Cerca : 

Ambiente, Lavoratore



E' in questo tipo di conflitto che va ricercata l'origine e lo sviluppo del mobbing, inteso come forma di terrore psicologico, esercitato sul posto di lavoro da una o più persone ai danni di una o più vittime. In questo elaborato si cerca di dare una visione esauriente di tutto ciò che fa parte del mobbing.   [...] senza tralasciare discussioni sulla non esauriente giurisprudenza italiana a riguardo e parlando, infine, del rapporto datore-lavoratore, delle conseguenze all'interno dell'ambiente lavorativo e delle organizzazioni che si interessano di ciò.  [...] Il doppio mobbing - Le ripercussioni delle vessazioni in ambito lavorativo sulla vittima di mobbing. un contributo teorico.  [...]

Il mobbing: profili del fenomeno e impatto sulle relazioni di lavoro - Tesi di Laurea

La relazione tra insicurezza lavorativa e insoddisfazione esistenziale mediata dal supporto familiare. Un'indagine empir...

una condizione psicofisica di angoscia, disturbi psicosomatici, rabbia, demoralizzazione, esaurimento, rassegnazione, depressione ecc. Questa costellazione di stati mentali e fisici negativi si riverbera potentemente attorno al lavoratore precario, al suo ambiente di vita e, nel caso di nostro interesse, alla sua famiglia.  [...] Elman e O'Rand, 2002. Feather e Rauter, 2004. Ferber e Waldfogel, 1998. Mauno e Kinnunen, 2002. OECD, 2002. Panzeri, 2003. Rizza, 2003). L'insicurezza lavorativa consiste in un potente stressor capace di ledere la salute psicologica del lavoratore atipico, sino a fargli vivere una condizione di insoddisfazione esistenziale, definita come un insieme di stati psicofisici quali angoscia, disturbi psicosomatici, rabbia, demoralizzazione, esaurimento, rassegnazione, depressione (Barling et al.  [...] , 1999. Burchell et al., 2002. Chirumbolo, 2003. De Witte, 1999. Hellgren et al. 1999. Lim, 1996. Watanabe, et al., 2004). Questa costellazione di stati mentali e fisici negativi si riverbera potentemente attorno al lavoratore precario, al suo ambiente di vita e, nel caso di nostro interesse, alla sua famiglia.  [...]

La relazione tra insicurezza lavorativa e insoddisfazione esistenziale mediata dal supporto familiare. Un'indagine empir...

La S.C.I.A.: ultimo baluardo del controllo pubblico prima della liberalizzazione - Tesi di Laurea

4 Introduzione Le problematiche legate ai regimi abilitativi presenti nel nostro ordinamento, ed in particolare quelle relative all'istituto di cui all'articolo 19 della legge n. 241 del 1990, hanno segnato numerosi dei dibattiti dottrinali e giurisprudenziali degli ultimi venticinque anni, relativi principalmente alla semplificazione nel settore delle attività produttive (ma non solo).   [...] All'origine di tali dibattiti vi era il fenomeno della c.d. iperregolazione, manifestatosi nel secolo scorso in quasi tutti i paesi industriali per venire incontro ad interessi collettivi socialmente rilevanti, quali la tutela dell'ambiente e della salute, la tutela del lavoratore, la tutela del consumatore, e molti altri.  [...] L'altra faccia della medaglia era, però, rappresentata da un vero e proprio incatenamento delle attività economiche, entro i confini molto stretti di una regolazione che ne frenava lo sviluppo. E non solo. in un periodo storico in cui l'autorizzazione preventiva da parte dell'amministrazione rappresentava l'unica modalità per l'avvio di una data attività, anche qualora il privato avesse soddisfatto tutti i requisiti ed i presupposti previsti dalla legge, avrebbe dovuto in ogni caso rivolgere un'istanza all'amministrazione competente affinché questa rilasciasse il titolo abilitativo idoneo allo scopo.   [...]

La S.C.I.A.: ultimo baluardo del controllo pubblico prima della liberalizzazione - Tesi di Laurea


L'eccellenza imprenditoriale: quattro casi di Pmi italiane - Tesi di Laurea

La tesi tratta l'argomento dell'eccellenza imprenditoriale. le imprese eccellenti sono imprese di piccole dimensioni, in termini di numero di dipendenti, che hanno raggiunto risultati considerevoli a livello internazionale grazie a fattori quali. l'orientamento al lungo termine, la cura dedicata a far si che l'ambiente lavorativo sie sempre a misura di lavoratore e l'innovatività.  [...] Il primo obiettivo del mio elaborato sarà quello di definire un modello di riferimento per l'eccellenza imprenditoriale, sulla base della bibliografia in materia, per poi procedere ad applicare lo stesso ad alcuni casi di piccole e medie imprese italiane.   [...] Inizialmente, verrà analizzato lo studio di Coda, orientato soprattutto ad individuare la posizione delle imprese eccellenti, nei confronti delle cosiddette imprese mediocri, in base a due dimensioni. il grado di pervasività dell'eccellenza e lo spazio che l'impresa è orientata a dominare.   [...]

L'eccellenza imprenditoriale: quattro casi di Pmi italiane - Tesi di Laurea

I soggetti predisposti all'obbligo di attuazione della sicurezza nel D. Lgs. n. 626/94 - Tesi di Laurea

La tesi si occupa dell'analisi dei soggetti aziendali destinatari dell'attuazione dell'obbligo della sicurezza. datore di lavoro, responsabile del servizio prevenzione e protezione, medico competente e rappresentante dei lavoratori per la sicurezza. Analisi di un caso pratico di gestione del sistema della sicurezza in un'azienda industriale con relativa analisi dei soggetti e del documento di valutazione dei rischi.  [...] Con questo lavoro si è cercato di svolgere un'analisi del D.Lgs. n. 626/94 e delle sue modificazioni seguenti, affrontando in particolar modo il tema relativo ai soggetti, cioè coloro ai quali la normativa destina una serie di obblighi affinché l'ambiente lavorativo possa considerarsi sicuro per la salute e l'integrità fisica del lavoratore.  [...] Il D.Lgs. 626/94 prevede un'individuazione precisa delle figure destinatarie degli obblighi di sicurezza, e con questo lavoro si è voluto analizzare ogni figura seguendo l'ordine previsto dal decreto stesso. il datore di lavoro, il responsabile del servizio prevenzione e protezione, il medico competente e il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.  [...]

I soggetti predisposti all'obbligo di attuazione della sicurezza nel D. Lgs. n. 626/94 - Tesi di Laurea

Comunicazione interna 2.0: i nuovi linguaggi della comunicazione organizzativa - Tesi di Laurea

Le organizzazioni, immerse in ambienti sempre più complessi, turbolenti, disperse geograficamente, possono fare propri tali strumenti verso una gestione sempre più partecipativa della comunicazione interna, ma anche per sviluppare nuove modalità nel creare valore.  [...] Il web non è più un ambiente in cui si naviga pigramente, ogni utente si trasforma da utilizzatore passivo di contenuti ad autore attivo, e traslando questo concetto all'interno dell'organizzazione il lavoratore si trasforma da passivo esecutore di direttive e ordini in un propositivo collaboratore.  [...] Ma in concreto vediamo quali sono gli ambienti e gli strumenti che consentono lo sviluppo di questa nuova cultura della collaborazione. innanzitutto abbiamo la rete INTRANET, che sta andando verso una nuova era. da canale di comunicazione prevalentemente unidirezionale e top down verso il concetto di virtual workspace, uno spazio di lavoro virtuale e integrato dove le persone possono accedere a tutto quello che serve per lavorare, ampliare le conoscenze, informarsi e interagire.  [...]

Comunicazione interna 2.0: i nuovi linguaggi della comunicazione organizzativa - Tesi di Laurea

Il danno da mobbing - Tesi di Laurea

Il termine mobbing deriva dal verbo inglese to mob, che tradotto in italiano può assumere vari significati, quali assalire in massa, circondare, assediare. Oggi, il mobbing è sinonimo di pratiche vessatorie, persecutorie ed espulsive ai danni del lavoratore, originatesi nel suo ambiente di lavoro.  [...] Oggi, il mobbing è sinonimo di pratiche vessatorie, persecutorie ed espulsive ai danni del lavoratore, originatesi nel suo ambiente di lavoro 1. Giuseppe Suppiej sottolinea l'importanza che gli studi sulla definizione del mobbing vadano impostati seguendo il metodo di validità generale, che consiste nel prendere le mosse dalla conoscenza e dalla ricostruzione del fatto nell'ambito della realtà socio-economica per poi ricercare dei principi e delle regole del diritto positivo ed infine verificarne gli elementi e gli effetti.  [...] ne consegue che il mobbing è inefficiente. La situazione di aggressione, di esclusione, di emarginazione di un lavoratore, da parte dei suoi colleghi o dei suoi superiori, significa che risorse, quali tempo, intelligenza, informazioni, vengono disperse e distrutte.  [...]

Il danno da mobbing - Tesi di Laurea

La valutazione dello stress lavoro correlato nel Nord Sardegna - Tesi di Laurea

INTRODUZIONE Il presente lavoro nasce dall'intento di evidenziare se nella realtà sarda, in particolare in quella settentrionale, esista una propensione da parte delle aziende pubbliche e private ad attuare una prevenzione dello stress lavorativo e se la figura dello psicologo, in questo ambito, sia o meno accettata.  [...] Con la dicitura stress da lavoro s'intende un insieme di reazioni fisiche ed emotive che si manifestano quando le richieste dell'ambiente di lavoro superano le capacità del lavoratore di affrontarle. ritmi pressanti, tensione, frustazione, incertezza nella definizione delle mansioni e dei compiti, difficoltà nei rapporti interpersonali, ma anche monotonia e ripetitività sono solo alcuni dei fattori che incidono sulla nascita dello stress da lavoro.  [...] A questi aspetti esterni si aggiunge una componente individuale, che varia da persona a persona, la quale risulta rilevante nel determinare il modo in cui vengono vissute le situazioni lavorative. La soluzione del problema appare duplice. da un lato occorre maggiore consapevolezza e conoscenza dei rischi collegati allo stress occupazionale, sia da parte dei lavoratori che dal datore di lavoro.  [...]

La valutazione dello stress lavoro correlato nel Nord Sardegna - Tesi di Laurea

Lo stress lavoro correlato - Tesi di Laurea

Negli ultimi anni, in particolar modo, si è preso coscienza del fatto che l'ambiente lavorativo possiede un potenziale stressogeno molto elevato, tanto da far parlare di stress lavoro correlato, definibile come una situazione di squilibrio, percepita dal lavoratore, che si verifica quando le richieste dell'ambiente lavorativo sembrano eccedere le capacità del lavoratore di farvi fronte.  [...] in Favretto, 1994. 11). Lo scopo di questa trattazione sarà proprio quello di confutare e di assecondare, per alcuni aspetti, quanto detto da Selye. Lo stress viene, comunemente, definito come la reazione dellindividuo allambiente, nel caso specifico, quindi, allambiente di lavoro.  [...] Quindi partendo dal fordismo, fino ad arrivare al toyotismo, si mostrerà come sono cambiate le condizioni di lavoro, o meglio come sarebbero dovute cambiare secondo i teorici. Sicuramente si potrà notare, però, come sia cambiato il modo di pensare al lavoro sia da parte delle aziende e sia da parte degli stessi lavoratori.  [...]

Lo stress lavoro correlato - Tesi di Laurea

Il c.d. Approccio transnazionale al controllo delle attività delle imprese multinazionali: il fenomeno dei codici di con...

Dotate di una struttura proprietaria e di controllo altamente mobile e flessibile, le IMN sono capaci di interferire con le politiche socio-economiche perseguite dai governi e di eludere le legislazioni nazionali. Ad esempio, le IMN tendono ad operare tattiche di transfer pricing ai danni degli erari nazionali, ad allocare segmenti del processo produttivo ad alta intensità di lavoro e/o cui si associa un elevato rischio ecologico in Paesi nei quali non esistono (ovvero esistono e non sono applicate) legislazioni a tutela del lavoratore e/o dell'ambiente.  [...] Un sistema che da internazionale (cioè  [...] su rapporti tra stati-sovrani, capaci di controllare le dinamiche delle rispettive comunità territoriali) diviene progressivamente globale (cioè fondato su reti di attori transnazionali che by-passano e depotenziano le sovranità) non può che vedere la dimensione giuridico-politica comprimersi in favore di una incalzante dimensione economica, le cui impersonali leggi di domanda ed offerta paiono ergersi ad unici criteri regolatori.   [...] quindi, si guarda alla posizione assunta rispetto al movimento in parola da alcuni salienti soggetti della società economica internazionale (capitolo terzo). Nella parte II, si tenta, infine, di rivisitare, dalla prospettiva transnazionale (leggi. dal punto di vista dei codici di condotta privati), il rapporto tra diritto internazionale dell'economia e la tutela dei diritti dei lavoratori (capitolo quarto).  [...]

Il c.d. Approccio transnazionale al controllo delle attività delle imprese multinazionali: il fenomeno dei codici di con...

La redazione è a tua disposizione dalle ore 9:00 alle ore 18:30 (dal lunedì al venerdì) - tel. 039 6188014 Skype Me ™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy