Cerca : 

Comportamento, Movimento



L'adolescenza. Così affascinante eppure sempre troppo dibattuta, questa fase dello sviluppo in cui ogni movimento evolutivo ha la delicata funzione di contribuire alla futurizzazione del Sé, passando per la costante revisione dei modelli interiorizzati nell'infanzia di cui ogni comportamento porta i segni.  [...] le spinte regressive di questi giovani irrisolti spesso hanno la meglio su quelle progressive, inibendo i movimenti evolutivi che dovrebbero condurli ad un'efficace separazione dalle gratificanti esperienze infantili.  [...] Alla luce di tali considerazioni, nel momento in cui è stato sviluppato il progetto del presente lavoro, si è palesato il desiderio di cercare dei vertici di lettura anche critici che guidassero la comprensione di questa delicata fase dello sviluppo, fatto presente che in essa ogni movimento evolutivo ha la non trascurabile funzione di contribuire alla futurizzazione del Sé e ogni comportamento reca i segni dei modelli interiorizzati nell'infanzia.  [...]

Adolescenze sospese - Dall'essere in potenza della neotenia all'essere impotente dell'Hikikomori - Tesi di Laurea

Popper e Dewey: una comune destinazione pragmatista? - Tesi di Laurea

Si individueranno, per prima cosa, due usi che ciascuno degli autori fa della parola Logica. Uno è la logica dell'asserzione e del ragionamento sulle asserzioni, l'altro è la logica del comportamento dello scienziato che in Dewey riveste un importante significato pedagogico e quindi teoretico.  [...] Si dimostrerà come Dewey proponga importanti riforme al nostro modo di intendere sia il primo che il secondo significato mentre Popper si concentri sulla logica-comportamento dello scienziato e fondi un innovativo movimento epistemologico.  [...] Una logica delle proposizioni scientifiche e una dell'attività (comportamento) scientifica. Si dimostrerà come Dewey proponga importanti riforme al nostro modo di intendere sia il primo che il secondo significato mentre Popper si concentri sulla logica-comportamento dello scienziato e fondi un innovativo movimento epistemologico.  [...]

Popper e Dewey: una comune destinazione pragmatista? - Tesi di Laurea

La microsimulazione di una porzione di rete stradale complessa. Un'applicazione alla Piazza Matteotti a Cagliari. - Tesi...

in questo modo è possibile considerare il movimento ed il comportamento dei singoli veicoli, e infine conoscere come il loro comportamento influisca sulla circolazione. La microsimulazione è infatti in grado di fornire analisi precise, dinamiche e puntuali della mobilità, a patto che il modello sia ben studiato e calibrato in modo il più possibile aderente con la realtà.  [...] Attraverso il software Paramics è stato possibile analizzare dettagliatamente, dal punto di vista microsimulativo, l'intersezione complessa in esame, ossia la Piazza Matteotti a Cagliari, un nodo di notevole importanza strategica nella dinamica dei trasporti cittadina.   [...] Pertanto gli interventi su questi nodi sono ugualmente indispensabili dal punto di vista della fruibilità dei luoghi, fruibilità che aumenta in relazione all'abbattimento della congestione del traffico. L'approccio più efficace per affrontare problemi così complessi consiste nell'esaminare nel modo più dettagliato possibile ogni singolo elemento che concorre al fenomeno.   [...]

La microsimulazione di una porzione di rete stradale complessa. Un'applicazione alla Piazza Matteotti a Cagliari. - Tesi...


La corazza caratteriale/muscolare in Wilhelm Reich: le ragioni del corpo - Tesi di Laurea

Quando incontra negatività e frustrazione continue e apparentemente inamovibili, il giovane organismo, nel tentativo di sopravvivere, comincia a inibire gli impulsi che sembrano generare questa negatività o a contrarsi in difesa da essi. Questa reazione, nell'organismo, e' manifestata da una contrazione dei muscoli che inibiscono gli impulsi.   [...] Quando essa diviene cronica, come risultato puo' generare cambiamenti alquanto evidenti nella postura e anche nel funzionamento di vari organi del corpo. L'inibizione muscolare dell'impulso e' manifestazione concreta e visibile della proibizione genitoriale o ambientale.   [...] E' la manifestazione fisica del processo di introiezione. Questa assunzione della proibizione o della negatività da inizio alla perdita del movimento, delle emozioni e del comportamento spontanei. Essa viene scelta solo perche' e' preferibile al dolore insito nel lasciar libere le naturali reazioni alla frustrazione cronica.  [...]

La corazza caratteriale/muscolare in Wilhelm Reich: le ragioni del corpo - Tesi di Laurea

Studio sui disturbi cognitivi e comportamentali nei parkinsonismi atipici - Tesi di Laurea

I Parkinsonismi Atipici (PKS) rappresentano un gruppo di patologie neurodegenerative sporadiche ad etiologia ignota, caratterizzate da segni parkinsoniani e altri segni neurologici, sono generalmente associati ad alterazioni prevalentemente motorie. in alcuni casi, tuttavia, oltre ai disturbi del movimento, possono essere presenti disturbi della sfera cognitiva, di quella affettiva e disturbi del comportamento.  [...] Scopo del presente lavoro è quello di indagare gli aspetti cognitivi e comportamentali dei parkinsonismi atipici (atrofia multisistemica, paralisi sopranucleare progressiva e degenerazione corticobasale) in un campione di 10 pazienti (4 MSA, 5 PSP, 1 CBD) al fine di consentire un corretto inquadramento nosografico e prognostico utile per effettuare una diagnosi differenziale precoce.  [...] Inoltre, essendo patologie che causano forte disabilità psicomotoria, hanno un impatto notevole sulla qualità della vita non solo dei pazienti, ma anche di coloro che li assistono, i caregiver (CG), che in alcuni casi possono manifestare una sintomatologia depressiva.   [...]

Studio sui disturbi cognitivi e comportamentali nei parkinsonismi atipici - Tesi di Laurea

Speculazione finanziaria e High Frequency Trading - Tesi di Laurea

INTRODUZIONE La speculazione finanziaria è un'attività di investimento che implica l'assunzione di forti rischi, in quanto consiste nel prendere posizione sulla base di aspettative non immediatamente visibili all'orizzonte. Il termine speculare deriva dal latino specula, che indica un luogo dal quale è possibile osservare, facendo riferimento a colui che stava di vedetta per guardare più lontano i movimenti delle truppe nemiche.  [...] Speculare, dunque, vuol dire guardare più lontano degli altri, interpretando tempestivamente ogni tipo di segnale proveniente dall'ambiente esterno. A differenza dei normali investitori, gli speculatori non sono tanto interessati ai titoli in sé e al comportamento dell'attività sottostante i prodotti finanziari che acquistano, ma si preoccupano soltanto del movimento, al rialzo o al ribasso, dei medesimi.  [...] Lo speculatore è uno che scommette, che rischia. A volte guadagna anche molto bene, a volte perde. La speculazione è un'attività che spesso è vista con riluttanza dai non addetti ai lavori, ma in realtà è di fondamentale importanza per i mercati finanziari, dal momento che senza di essa non esisterebbero gli investimenti finanziari nella maniera in cui li intendiamo.   [...]

Speculazione finanziaria e High Frequency Trading - Tesi di Laurea

Merleau-Ponty: la forma e l'equivoco nell'uomo - Tesi di Laurea

I recenti sviluppi della psicologia contemporanea mostrano il debito di questa nei confronti della filosofia fenomenologico-esistenziale del secolo scorso. Seguendo le analisi del comportamento umano, svolte da Merleau-Ponty nella Struttura del comportamento e in Fenomenologia della percezione, abbiamo descritto l'esperienza primaria dell'essere-al-mondo.  [...] Dall'automa meccanico al soggetto incarnato, il comportamento è compreso quale movimento significativo e relazionale, prima di essere spiegato quale somma algebrica di stimoli e risposte.  [...] Per la psicologia il rischio diviene allora quello di confondere il proprio metodo con quello di una scienza fisica dissimulata e per l'uomo si configura la possibilità di scivolare dall'ambito proprio dei fenomeni a quello fisico degli oggetti. La fisiologia classica, il comportamentismo, le psicologie empiriche e intellettualistiche, del secolo appena trascorso, sono un esempio di questa comparazione, o addirittura equiparazione, tra psicologia e scienza.  [...]

Merleau-Ponty: la forma e l'equivoco nell'uomo - Tesi di Laurea

Tra adulti: educazione informale e conversazione - Tesi di Laurea

Nel mio percorso esplorativo cercheròdi illustrare il cammino attraverso il quale hanno trovato dignità e riconoscimento le teorie che si sono occupate e si occupano dell'educazione degli adulti, valorizzandone il ruolo per lo sviluppo delle persone. Si è partiti da un impianto altamente formalizzato, alla ricerca continua di punti fermi, di schemi affidabili e ripetitivi, ma col passare del tempo ci si è potuti accostare con maggiore facilità ad una nuova frontiera dell'educazione, quella che propone lo straordinario impatto di un modo di sentire, di insegnare e di imparare, di vivere e procedere che sa riconoscere le potenzialità dell'informale.   [...] Si tratta di modelli e strategie in cui il processo di apprendimento mediato dagli strumenti culturali storicamente rilevanti nel contesto si realizza come relazione, comunicazione, condivisione di esperienze, in contesti più o meno arricchiti ai fini dell'apprendimento stesso.   [...] 7 Introduzione La società attuale è un mondo in continuo movimento e in forte espansione, caratterizzato da un elevato livello di complessità e da una intrinseca enorme contraddizione. da una parte è un luogo dove si celebra il trionfo dell'individualismo e del relativismo del pensiero, dall'altra manifesta tutta una serie di processi di omologazione e di rincorsa a modelli di comportamento condivisi e a volte vincolanti.  [...]

Tra adulti: educazione informale e conversazione - Tesi di Laurea

Prospettive di evoluzione della formazione manageriale: il ruolo e le applicazioni dell'e-Learning - Tesi di Laurea

Affinché questo percorso risulti il più logico possibile, abbiamo affrontato quattro argomenti principali, ciascuno dei quali occupa un capitolo. Il primo è introduttivo ma determinante per comprendere l'oggetto del nostro esame. le competenze manageriali e la loro natura, tenendo naturalmente in conto le indicazioni di un guru dell'organizzazione come Henry Mintzberg e addentrandoci nello specifico dei comportamenti tipo della figura del manager.  [...] Ci siamo chiesti se questo modus operandi manageriale fosse innato, o al contrario, potesse essere appreso e quindi insegnato, esaminando il concetto di competenza, concetto fondamentale in tema di formazione e abbiamo infine valutato questo tipo di comportamento in relazione ad una struttura economica, organizzativa e societaria in movimento come quella della cosiddetta new economy e in relazione all'ottica attraverso la quale si dovrà guardare alle persone e ai collaboratori.  [...] Il secondo capitolo tratta la tematica dell'apprendimento, dallo sviluppo cognitivo nell'età evolutiva all'apprendimento adulto e in particolare nella formazione manageriale. Un forte peso è stato dato al concetto di intelligenza, che viene usato.   [...]

Prospettive di evoluzione della formazione manageriale: il ruolo e le applicazioni dell'e-Learning - Tesi di Laurea

Le alleanze strategiche per lo sviluppo di innovazione tecnologica: un'analisi empirica - Tesi di Laurea

Balance Scorecard, numero di idee finanziate, ricavi ottenuti  [...] riferimento ai brevetti. All'esame delle caratteristiche dei brevetti il lavoro di tesi dedica una specifica sezione con lo scopo di presentare le diverse tipologie di brevetto (italiano, europeo, internazionale), i punti di forza e di debolezza nell'utilizzo dei brevetti come strumento di protezione dell'innovazione, le varie tappe per l'ottenimento della protezione (iter procedurale di presentazione della domanda di brevetto, vaglio da parte dell'ufficio brevetti e concessione del diritto di esclusiva) nonché le difficoltà che si incontrano al momento della allocazione tra i partner dei diritti della proprietà intellettuale.   [...] I brevetti presi in considerazione sono quelli ottenuti in seguito alla collaborazione tra due o più imprese operanti nel settore dei farmaci oncologici. La scelta è caduta sul settore dei farmaci oncologici per il fatto che si tratta di un settore in continua espansione, il che rende possibile l'osservazione di un ambiente dinamico e in continuo movimento, consentendo di evidenziare meglio il comportamento delle imprese che ivi operano e le loro mosse strategiche.  [...] In un contesto in via di globalizzazione e in costante mutamento, l'innovazione diviene un imperativo strategico per le imprese e in tale prospettiva richiede forme organizzative specifiche, alternative a quelle formalizzate dalle teorie esistenti, che sono invece funzionali a contesti di equilibrio.   [...]

Le alleanze strategiche per lo sviluppo di innovazione tecnologica: un'analisi empirica - Tesi di Laurea

La redazione è a tua disposizione dalle ore 9:00 alle ore 18:30 (dal lunedì al venerdì) - tel. 039 6188014 Skype Me ™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy