Cerca : 

Comunicazione, Paziente



La comunicazione paziente. aspetti psicosociali dell'interazione con il paziente dalla medicina tradizionale alla medicina alternativa.  [...] Il secondo capitolo, che si apre con una rassegna storica sulla relazione medico-paziente nella medicina tradizionale, passa in esame le diverse tipologie della stessa dedicando ampio spazio alla medicina centrata sul paziente. Successivamente, il capitolo mette a fuoco le principali difficoltà di comunicazione che si possono creare tra il medico e il paziente, non tralasciando l'importanza dell'impatto psicologico della malattia non solo sul paziente ma anche sul medico.  [...] 2 Introduzione. Nel nostro lavoro esaminiamo in maniera comparata la relazione medico-paziente nella medicina tradizionale ed in quella alternativa. Riteniamo infatti che nella pratica medica la comunicazione tra questi due interagenti sia un aspetto imprescindibile nel percorso di cura, per creare un rapporto interpersonale positivo tra i due e per assicurare la riuscita della terapia.  [...]

La comunicazione "paziente": aspetti psicosociali dell'interazione con il paziente dalla medicina tradizionale alla medi...

La formazione in musicoterapia. Validazione di uno strumento per la valutazione delle competenze del musicoterapista - T...

INTRODUZIONE La musicoterapia è una disciplina scientifica che ha come obiettivo quello di instaurare una relazione terapeutica stabile tra musicoterapista e paziente attraverso il canale non-verbale e l'uso del canale corporeo-sonoro-musicale, con l'obiettivo di far acquisire al paziente nuove modalità di comunicazione con se stesso, il proprio nucleo famigliare, il mondo esterno, al fine di migliorare la qualità della vita del paziente.  [...] non sempre questo i processi di comunicazione secondo i canali abituali del verbale vanno a buon fine. Per poter raggiungere l'altro nella relazione terapeutica può essere utile, sopratutto quando si lavora con bambini, persone affette da handicap, malattie o colpite da forte disagio psichico, uno strumento espressivo che faccia da intermediario, che aiuti terapeuta e paziente a raggiungersi.  [...] Può risultare quindi utile per uno psicologo l'utilizzo di tecniche musicoterapiche, lo specializzarsi in musicoterapia o collaborare con un musicoterapista. La scelta di concentrarsi sulla musicoterapia è stata effettuata sulla base della struttura indipendente che questa disciplina sta assumendo e per la sua dichiarazione esplicita di creare nuovi canali comunicativi che offrano nuove opportunità di espressione a livello più o meno profondi a seconda del contesto e del metodo di riferimento.  [...]

La formazione in musicoterapia. Validazione di uno strumento per la valutazione delle competenze del musicoterapista - T...

Il difficile compito del medico: La comunicazione della diagnosi di malattia terminale - Tesi di Laurea

Effettuare diagnosi è uno dei compiti fondamentali e inamovibili cui il medico deve rispondere. Per eseguire al meglio una corretta diagnosi, si richiede, da parte del medico, una preparazione decennale comprendente teoria e pratica clinica ambulatoriale. L'approccio medico (almeno in occidente) è in sostanza rivolto esclusivamente alla malattia, all'organo malato, spesso lasciando poco spazio al paziente inteso come persona capace di sentire, comprendere e reagire, e quindi, negando la comunicazione nella relazione medico-paziente.  [...] Partendo dal Codice Deontologico Medico si cercherà di comprendere le motivazioni per le quali si preferivano evitare di comunicare la diagnosi e la prognosi al paziente in fin di vita. Infine, si discuteranno delle tecniche di comunicazione, in particolare dello SPIKES (setting, perception, information, knowledge, empathy, summarize or strategie) una metodo in sei passaggi che permette al medico di presentare informazioni stressanti per il paziente e la famiglia in maniera ordinata, senza tralasciare le reazioni del malato.  [...] Fu così che iniziò un processo di grande sensibilizzazione dei medici verso l'aspetto comunicativo della relazione con il paziente. All'inizio, non fu semplice. Quando la Dottoressa chiedeva al personale medico l'autorizzazione di poter vedere un malato terminale per parargli, le reazioni non furono subito positive.  [...]

Il difficile compito del medico: La comunicazione della diagnosi di malattia terminale - Tesi di Laurea


La comunicazione e il ruolo del tecnico di radiologia nei servizi di diagnosica - Tesi di Laurea

Con questa stesura ci si prefigge il compito di analizzare la professione del tecnico sanitario di radiologia medica nell'ambito della relazione che intraprende con il paziente attraverso la comunicazione verbale e non. A tal proposito sono state utilizzate quelle che sono le conoscenze di base che consentono di ottenere una comunicazione efficace, soffermandosi sugli aspetti della comunicazione non verbale ma anche su elementi fondamentali come l'empatia e l'ascolto attivo.  [...] È inoltre stata evidenziata l'importanza del ruolo che riveste il TSRM, che in qualità di professionista non può prescindere dal concetto di etica a cui si ispira il proprio Codice Deontologico. Infine, ci si è soffermati sul contesto di lavoro del TSRM, ossia le sezioni di diagnostica, dove sono state affrontate le principali problematiche legate alla comunicazione con il paziente.  [...] Ci si soffermerà soprattutto sulla comunicazione che si instaura tra il Tecnico di Radiologia Medica e il paziente, nel momento in cui quest'ultimo si appresta ad eseguire un'indagine diagnostica di tipo radiologico, cercando di trovare un modello di interazione capace di supportare l'utente per gestire le paure e l'ansia che vive quando si sottopone ad un esame diagnostico, e che lo distolgono dal qui ed ora generando uno stato di disagio.  [...]

La comunicazione e il ruolo del tecnico di radiologia nei servizi di diagnosica - Tesi di Laurea

Educare a comunicare con i pazienti con Alzheimer: programma di formazione per gli operatori sanitari.Uno studio basato ...

Educare a comunicare con i pazienti con Alzheimer. programma di formazione per gli operatori sanitari.Uno studio basato sull'Approccio Conversazionale.  [...] Questo studio presenta il programma formativo, proposto dal terapista occupazionale, con lo scopo di educare l'operatore sanitario alla comunicazione con il paziente affetto da Alzheimer, utilizzando le strategie e le tecniche conversazionali proprie dell'Approccio Conversazionale di P.  [...] 1 ABSTRACT Questo studio presenta il programma formativo, proposto dal terapista occupazionale, con lo scopo di educare l'operatore sanitario alla comunicazione con il paziente affetto da Alzheimer, utilizzando le strategie e le tecniche conversazionali proprie dell'Approccio Conversazionale di P.  [...]

Educare a comunicare con i pazienti con Alzheimer: programma di formazione per gli operatori sanitari.Uno studio basato ...

La comunicazione della diagnosi grave - Tesi di Laurea

La comunicazione della diagnosi rappresenta uno dei momenti salienti della relazione tra l'equipe medica, il paziente e la famiglia. È cruciale che questa sia svolta nella maniera più adeguata possibile, considerando che in quel momento vi è il punto di partenza per una relazione stabile che guidi e aiuti il paziente verso il distacco dalla vita e che serva alla famiglia per interpretare al meglio le reazioni psicofisiologiche del malato al fine di svolgere il ruolo di caregiver nella maniera più adeguata.  [...] 4 Abstract La comunicazione della diagnosi rappresenta uno dei momenti salienti della relazione tra l'equipe medica, il paziente e la famiglia. È cruciale che questa sia svolta nella maniera più adeguata possibile, considerando che in quel momento vi è il punto di partenza per una relazione stabile che guidi e aiuti il paziente verso il distacco dalla vita e che  [...] di svolgere il ruolo di caregiver nella maniera più adeguata.  [...] In questo processo vanno tenuti in considerazioni diversi fattori tra cui il luogo e la persona che svolgono questo compito, il tipo di linguaggio che si deve utilizzare, l'emotività del paziente e i suoi bisogni. Questa necessità di approfondimento dell'argomento deriva dal tirocinio svolto presso l'istituto clinico Beato Matteo di Vigevano, principalmente a contatto con l'equipe e i pazienti del Day Hospital oncologico e della medicina generale.  [...]

La comunicazione della diagnosi grave - Tesi di Laurea

La comunicazione ipnotica nel paziente affetto da dolore oncologico. Una revisione della letteratura - Tesi di Laurea

MATERIALI E METODI. Questa revisione della letteratura effettuata in PubMed, Cynhal, Cocrhane e PsycInfo analizza RCT, trial terapeutici, studi di revisioni sistematiche basati su pazienti adulti oncologici terminali, con metastasi o posttrattamento tutti accomunati dal dolore cronico.  [...] Il dolore cronico è spesso presente nelle malattie degenerative, neurologiche, oncologiche specie nelle fasi avanzate di malattia ed è proprio in questi casi che il dolore cronico diviene dolore globale coinvolgendo, oltre la sfera fisica, quella psicologica e sociale alterando così la qualità di vita dei pazienti descritta nel 1985 dalle pioniere del Quality of life index (QLI) Carol Ferrans e Marjorie Powers come una sensazione di benessere della persona che deriva dalla soddisfazione o frustrazione nelle aree di vita che sono importanti.  [...] DOLORE NOCICETTIVO. causato da stimolazione delle terminazioni nervose (nocicettori), è presente nel 90% dei pazienti, l'intensità è correlata con l'entità del danno tissutale. Può essere distinto in. - dolore nocicettivo somatico. quando è causato da una lesione dei tessuti (soma) come la pelle e i muscoli.  [...]

La comunicazione ipnotica nel paziente affetto da dolore oncologico. Una revisione della letteratura - Tesi di Laurea

L'applicazione delle teorie di Paul Ekman nell'intervista osteopatica e durante il trattamento - Tesi di Laurea

INTRODUZIONE Il tipo di tesi che voglio presentare è qualitativo e trasversale, basato sull'osservazione della comunicazione non verbale del paziente ed in particolare del viso. Qualitativo per il fatto che la valutazione sia strettamente legata alle mie osservazioni, e quindi soggettive.  [...] trasversale perchè ogni soggetto coinvolto nello studio è stato osservato soltanto durante una seduta e non per un periodo lungo più incontri. Grazie alla mia quotidiana occupazione di osteopata ho potuto interagire e trarre le mie deduzioni basandomi sull'osservazione di centinaia di pazienti.  [...] Da qui il desiderio di affrontare gli studi in un campo per me ancora pressoché ignoto. la psicologia delle emozioni. Ho iniziato per pura curiosità a leggere un libro, scritto da uno psicologo americano di fama mondiale, Pau] Ekman, dal titolo Te lo leggo in faccia e da quel momento una nuova chiave di lettura e di osservazione si è fatta largo nella mia professione. 4.   [...]

L'applicazione delle teorie di Paul Ekman nell'intervista osteopatica e durante il trattamento - Tesi di Laurea

Un nuovo modello di accoglienza infermieristica per i pazienti portatori di grave disabilità - Tesi di Laurea

Il Progetto Dama, un'unità operativa di accoglienza medica ed infermieristica, rivolta a pazienti con grave disabilità, ha perfezionato un modello organizzativo che ha dato una risposta efficacie a queste problematiche ed ha dato inizio al percorso di programmi formativi e di ricerca scientifica sul tema della disabilità.  [...] Il modello organizzativo consiste nella creazione di un'equipe dedicata, composta da medici, infermieri, personale amministrativo e volontario formato.   [...] L'infermiere che si occupa della persona disabile, deve dimostrare di possedere abilità insite ed acquisite, quali. la capacità di stabilire un rapporto con il paziente disabile e la sua famiglia, fondato sulla comunicazione, il contatto, l'ascolto e la stima, deve possedere inoltre, elasticità mentale, adattamento e multidisciplinarietà.  [...]

Un nuovo modello di accoglienza infermieristica per i pazienti portatori di grave disabilità - Tesi di Laurea

Il Modello Pragmatico Elementare per lo sviluppo di Sistemi Adattivi - Tesi di Laurea

L'idea nasce in seguito alla constatazione dell'esistenza di modelli pragmatici della comunicazione in uso per la cura di fenomeni psicopatologici in psichiatria, dedicati allo studio delle interazioni elementari tra paziente ed analista, che, con i dovuti accorgimenti, potrebbero essere traslati in un sistema informatico per lo studio delle interazioni tra utente e computer.  [...] La ricerca, tutt'ora in corso, si prefigge lo scopo di applicare tale modello su delle piattaforme web per analizzare i risultati generati dagli utenti e studiarne le possibili applicazioni.   [...] Introduzione The bane of my existence is doing things that I know the computer could do for me. (Dan Connolly w3c, The XML Revolution) L'obiettivo di questa tesi è la ricerca di nuove soluzioni per lo sviluppo di sistemi adattivi. mentre, fino ad ora, l'adattività dei software è sempre stata circoscritta alle caratteristiche semantiche delle interazioni, si vuole indagare un nuovo approccio puramente pragmatico.   [...]

Il Modello Pragmatico Elementare per lo sviluppo di Sistemi Adattivi - Tesi di Laurea

La redazione è a tua disposizione dalle ore 9:00 alle ore 18:30 (dal lunedì al venerdì) - tel. 039 6188014 Skype Me ™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy