Cerca : 

Condizione, Paziente



L'idea di un equilibrio tra gli ambiti scientifici e quelli umanistici del corso prende le mosse proprio da tale decreto riuscendo così a promuovere lo sviluppo del concetto di cura relativo ad ogni persona. Per sostenere tale progetto l'assistenza poggia le sue basi sulla relazione d'aiuto tra l'operatore sanitario e il paziente, sull'educazione terapeutica affinchè il paziente comprenda la patologia e quindi la nuova condizione di vita e di ruolo che lo vede protagonista.  [...] INTRODUZIONE La revisione degli ordinamenti didattici dei corsi di laurea promossa dal DM 270 del 2004 1 offre la possibilità di rivalutare le offerte formative di ogni facoltà. In particolare le considerazioni riguardanti il corso di laurea in Infermieristica sono riconducibili al peso da attribuire ai CFU teorici e professionalizzanti, al valore dei crediti influenzati dalle capacità di apprendimento di ogni singolo studente, ai contenuti ed ai metodi di insegnamento, alle risorse disponibili ed all'articolazione del piano di studi.   [...] Per sostenere tale progetto l'assistenza poggia le sue basi sulla relazione d'aiuto tra l'operatore sanitario e il paziente, sull'educazione terapeutica affinchè il paziente comprenda la patologia e quindi la nuova condizione di vita e di ruolo che lo vede protagonista.  [...]

Le scienze umane nella formazione infermieristica - Tesi di Laurea

Gruppo e gioco d'azzardo - Tesi di Laurea

Naturalmente, la condizione del paziente borderline è ben diversa da quella del giocatore patologico, essendo quest'ultimo caratterizzato da un funzionamento, in fin dei conti, limitato nel tempo e relativo a determinate circostanze.  [...] 4 Introduzione. Perché il gioco d'azzardo Il presente lavoro si propone di indagare come il trattamento di gruppo vada ad agire sulle dinamiche del gioco dazzardo patologico. Per comprendere il significato e limportanza della terapia di gruppo per questi pazienti, è bene provare a chiedersi perché un individuo arrivi a scegliere di dipendere proprio dal gioco d'azzardo.  [...] Il gruppo dà un equilibrio allinstabilità della patologia, fermando progressivamente il movimento altalenante che caratterizza questa tipologia di pazienti. Naturalmente, la condizione del paziente borderline è ben diversa da quella del giocatore patologico, essendo questultimo caratterizzato da un funzionamento, in fin dei conti, limitato nel tempo e relativo a determinate circostanze.  [...]

Gruppo e gioco d'azzardo - Tesi di Laurea

Assistenza psicologica e benessere nel trapianto di rene - Tesi di Laurea

Il paziente trapiantato d'organo non può considerarsi guarito semplicemente perché passato da uno stato di patologia grave a invalidante ad una condizione fisica soddisfacente.  [...] In questa prospettiva diventa fondamentale che il paziente venga seguito nelle varie fasi non solo dal punto di vista strettamente medico, ma anche con un attento monitoraggio psicologico, non essendo possibile trascurare la strettissima interazione tra mente e corpo.  [...] (Consoli,2009). Ciononostante il paziente trapiantato d'organo non può considerarsi guarito semplicemente perché passato da uno stato di patologia grave a invalidante ad una condizione fisica soddisfacente. Risulta infatti impossibile ignorare la sfera psicologica nel periodo post operatorio, periodo in cui il paziente è costretto ad affrontare un arduo compito di adattamento che, dalle ricerche, risulta essere strettamente correlato al buon esito del trapianto stesso.  [...]

Assistenza psicologica e benessere nel trapianto di rene - Tesi di Laurea


La bioluminescenza: un metodo rapido per la validazione dei processi di sanificazione nella ristorazione ospedaliera - T...

La qualità della nostra vita dipende anche delle condizioni di pulizia e di igiene dell'ambiente che ci circonda, tali condizioni risultano indispensabili per il raggiungimento dello stato di benessere della persona. Nel caso di ambienti come Ospedali e strutture sanitarie è fondamentale la presenza di condizioni igieniche adeguate, tanto da essere considerate come un sevizio ad alto impatto sulla qualità della cura dei pazienti.  [...] L'ospedale deve essere considerato come l'ambiente nel quale le condizioni adeguate di pulizia concorrono sia ad una migliore qualità della vita del paziente e di chi ci lavora, sia a diminuire la probabilità di diffusione di microrganismi. Il servizio di pulizia e sanificazione di una struttura ha essenzialmente la funzione di favorire la promozione e la conservazione dell'igiene ambientale, rappresentando di fatto la condizione necessaria per il raggiungimento della salute psico-fisica del paziente e della soddisfazione delle aspettative degli operatori sanitari.  [...] il Consiglio d'Europa infatti ha recentemente ribadito che la ristorazione ospedaliera è parte integrante della terapia clinica. Il contributo offerto dal servizio di ristorazione sanitaria non si limita a garantire le esigenze nutrizionali specifiche dei pazienti ospedalizzati o di qualsiasi altro utente di una struttura sanitaria, ma deve concorrere al mantenimento dell'elevato livello igienico e qualitativo dell'intero presidio sanitario di cui fa parte.  [...]

La bioluminescenza: un metodo rapido per la validazione dei processi di sanificazione nella ristorazione ospedaliera - T...

Le frontiere dell'ingegneria genetica - Dal riduzionismo biologico al valore trascendente della persona - Tesi di Laurea

In una parola, il fenomeno della sperimentazione come fenomeno permanente nella storia della medicina occidentale moderna ha assunto e continua ad assumere forme del tutto inedite rispetto al passato, non solo nel loro contenuto, ma anche nelle loro finalità e condizioni.  [...] in alcuni casi ci si muove, infatti, anche al di fuori o addirittura contro le finalità terapeutiche e non si tiene in considerazione una condizione classica, quale il previo consenso, libero e informato, del paziente o degli interessati.  [...] Ma vedremo nella terza parte più sistematicamente la deviazione antropologica implicita in questo approccio alla vita, nonché l'errore etico fondamentale insito nella prassi manipolatoria e antropocratica che consegue dalla pregiudiziale opzione tecnologica della società e della cultura contemporanea.   [...]

Le frontiere dell'ingegneria genetica - Dal riduzionismo biologico al valore trascendente della persona - Tesi di Laurea

La schizofrenia - Tesi di Laurea

Si tratta di una patologia molto antica, ma fu solo con Eugen Bleuler che si arrivò ad una descrizione più chiara. Questa patologia si manifesta intorno ai 18-25 anni e coinvolge l'intera famiglia. Inizialmente la famiglia è solo sorpresa in quanto il paziente ha dei comportamenti piuttosto strani ma si pensa siano solo espressioni di una sua individualità, successivamente invece ci si rende conto che il paziente non vive una condizione normale e che bisogna consultare un medico.  [...] mi occuperò di descrivere la schizofrenia, le sue origini, la sintomatologia, i vari tipi di schizofrenia e i criteri diagnostici in riferimento al DSM-IV ed all'ICD-10. Il secondo capitolo sarà incentrato su una breve presentazione dei vari deficit che comporta la malattia, disturbi della memoria, del tempo, del pensiero, del linguaggio, del sé, del comportamento e della volizione, ecc Nel terzo capitolo invece prenderò in considerazione l'eziologia della schizofrenia quindi le principali cause studiate scientificamente.   [...] In particolare farò riferimento ai fattori genetici e agli studi sui gemelli, all'ipotesi dopaminergica e del gluttamato descrivendo anche le varie modificazioni del cervello che avvengono nei pazienti schizofrenici. Nel quarto capitolo esporrò i metodi terapeutici e farmacologici indispensabili per curare questa malattia e per aiutare la persona affetta a recuperare il più possibile le sue capacità e le sue potenzialità.  [...]

La schizofrenia - Tesi di Laurea

L'infermiere in unità spinale: nuove esperienze verso nuovi orizzonti - Tesi di Laurea

Si profilano dunque nuovi orizzonti, obiettivi e competenze nella professionalità dell'infermiere, che dovrà necessariamente ampliare il proprio bagaglio professionale, acquisendo le conoscenze tecniche e la cultura specifica che comprende tutto l'arco del divenire patologico della lesione midollare, nonché nella condizione del paziente stesso, impegnato nel difficile percorso di riprogettazione di sé e della propria esistenza.  [...] Il secondo capitolo è incentrato sulla persona mielolesa, soprattutto sulla sua condizione psicologica e sulle tragiche problematiche che deve affrontare nella sua nuova condizione di disabilità e nell'imparare a convivere con essa. Tento di tracciare quelle che sono generalmente le fasi che attraversa il mieloleso in questo suo doloroso percorso di ricostruzione identitaria, attingendo a testimonianze scritte, ma anche a colloqui personali che ho avuto con alcuni pazienti disabili dell'U.  [...] Il terzo capitolo è incentrato sulla peculiarità dell'assistenza infermieristica al paziente mieloleso, che presenta una serie di problematiche di carattere specifico, conseguenti alla condizione, e relazionali. l'infermiere deve saper adattare i suoi interventi in relazione alla capacità di risposta autonoma del paziente ai suoi bisogni.  [...]

L'infermiere in unità spinale: nuove esperienze verso nuovi orizzonti - Tesi di Laurea

Tiroidite di Hashimoto: aspetti etiopatogenetici, clinici e terapeutici - Tesi di Laurea

1 Introduzione Lo studio affrontato nell'elaborato si pone come obiettivo di affrontare una patologia quale la tiroidite cronica linfocitaria di Hashimoto, che riveste particolare importanza, per l'elevata frequenza con cui si manifesta nella popolazione occidentale.   [...] La patogenesi è organo-specifica, caratterizzata da una cronica infiltrazione linfocitaria e frequente evoluzione verso l'ipotiroidismo. I pazienti affetti da tiroidite di Hashimoto presentano una sintomatologia variabile correlata all'andamento clinico della malattia, età di esordio, e anche relazione con altre patologie o eventi fisiologici quali la gravidanza.  [...] Quest'ultimo aspetto deve essere attentamente valutato poiché una condizione di ipofunzione tiroidea durante la gravidanza, espone il feto ad un ridotto accrescimento e ad un ritardato sviluppo del sistema nervoso. Inoltre nel periodo di gestazione determinante è il monitoraggio della paziente per le necessarie variazioni della terapia.  [...]

Tiroidite di Hashimoto: aspetti etiopatogenetici, clinici e terapeutici - Tesi di Laurea

Il mantenimento della funzione renale residua influenza l'outcome dei pazienti in emodialisi? - Tesi di Laurea

Per questo motivo la ricerca si è concentrata sullo studio di possibili fattori di rischio che possano influenzare l'outcome clinico di questi pazienti. Negli ultimi anni gli sforzi maggiori del clinico si sono concentrati sulla correzione del sovraccarico dei volumi corporei, dell'anemia, della malnutrizione, dell'osteodistrofia, dell'infiammazione.  [...] Tuttavia, solo recentemente si sono presi in considerazione nuovi fattori, in particolare lo studio dello status clinico che caratterizza il paziente incidente in dialisi. Tale condizione è il risultato delle cure ricevute dal paziente durante il percorso pre-dialisi.  [...] A questo riguardo è stata introdotta la distinzione tra late referral ed early referral, in base alla durata del follow-up predialisi di ciascun paziente. I pochi studi presenti in letteratura confermano che i late referral iniziano la dialisi in condizioni cliniche decisamente più scadenti rispetto agli early referral con conseguente maggior rischio di morbilità cardiovascolare e generale e mortalità.  [...]

Il mantenimento della funzione renale residua influenza l'outcome dei pazienti in emodialisi? - Tesi di Laurea

Il testamento biologico nel diritto italiano e comparato - Tesi di Laurea

Il testamento biologico è una dichiarazione fatta da una persona, nel pieno possesso delle proprie facoltà mentali (eventualmente davanti a testimoni e/o un notaio), in cui si specificano le condizioni entro cui essa dovrà essere trattata, nel caso in cui si trovasse impossibilitata a decidere in merito alla propria salute, per il sopraggiungere di uno stato di incapacità dovuto a malattia, infermità, vecchiaia o altro.  [...] Nel paragrafo 1.4. si analizzerà il consenso informato quale condizione necessaria per la liceità dell'intervento medico, affinché la relazionalità asimmetrica tra medico e paziente si trasformi in una alleanza terapeutica. Si definiranno poi i requisiti del consenso informato e le sue distorsioni, come l'eccessiva burocratizzazione dell'atto medico.  [...] 7 Introduzione Il testamento biologico è una dichiarazione fatta da una persona, nel pieno possesso delle proprie facoltà mentali (eventualmente davanti a testimoni e/o un notaio), in cui si specificano le condizioni entro cui essa dovrà essere trattata, nel caso in cui si trovasse impossibilitata a decidere in merito alla propria salute, per il sopraggiungere di uno stato di incapacità dovuto a malattia, infermità, vecchiaia o altro.  [...]

Il testamento biologico nel diritto italiano e comparato - Tesi di Laurea

La redazione è a tua disposizione dalle ore 9:00 alle ore 18:30 (dal lunedì al venerdì) - tel. 039 6188014 Skype Me ™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy