Cerca : 

Crisi economica, Pubblico



Tra la seconda parte del 1946 e l'inizio del 1947 si aggravò ulteriormente la situazione economica del paese, che era insieme crisi alimentaria e crisi monetaria con una forte ripresa dell'inflazione. Alla drammatica situazione economica si aggiungeva l'instabilità sociale dell'ordine pubblico, la rinascita di movimenti neofascisti e la sempre maggiore contrapposizione tra le sinistre e la DC, che stava portando il governo alla paralisi.  [...] Si ponevano come prioritari i problemi della ricostruzione economica, della creazione di un sistema democratico e del reinserimento dell'Italia nella comunità internazionale. Un'operazione la cui paternità, almeno per il primo periodo (1947 1953) è da attribuire in buona misura all'intuizione ed alla fermezza del Presidente del Consiglio Alcide De Gasperi e al Ministro degli Esteri Sforza.  [...] Tra la seconda parte del 1946 e l'inizio del 1947 si aggravò ulteriormente la situazione economica del paese, che era insieme crisi alimentaria e crisi monetaria con una forte ripresa dell'inflazione. Alla drammatica situazione economica si aggiungeva l'instabilità sociale dell'ordine pubblico, la rinascita di movimenti neofascisti e la sempre maggiore contrapposizione tra le sinistre e la DC, che stava portando il governo alla 1 La reazione italiana al Piano Marshall fu immediatamente positiva.  [...]

L'Italia verso l'Europa negli anni della ricostruzione (1947-1953) - Tesi di Laurea

Le politiche di austerità nel periodo post-crisi - Tesi di Laurea

La crisi economica che si protrae nell'Unione Europea sin dal  [...] definita presso più sedi come la più grave dai tempi della Grande Depressione del 1929. Il presente lavoro si dedica ad approfondire la seconda fase della crisi, quello che ha inizio grossomodo nel 2010, quando le autorità politiche europee decidono di ritirare gli stimoli per la crescita, implementati a seguito dello scoppio della crisi finanziaria, per cominciare politiche fiscalmente restrittive, allo scopo di abbassare i rapporti deficit/PIL e debito pubblico /PIL.  [...] Infine si presenterà una rassegna di studi riguardanti le riforme strutturali che in sede europea si ritengono necessarie per tornare a buoni livelli di crescita economica nell'Unione e una rassegna di studi che sostengono la necessità di intraprendere, allo stesso scopo, investimenti pubblici.  [...] 1 Introduzione La crisi economica che si protrae nell'Unione Europea sin dal 2008 è stata definita presso più sedi come la più grave dai tempi della Grande Depressione del 1929. Il presente lavoro si dedica ad approfondire la seconda fase della crisi, quello che ha inizio grossomodo nel 2010, quando le autorità politiche europee decidono di ritirare gli stimoli per la crescita, implementati a seguito dello scoppio della crisi finanziaria, per cominciare politiche fiscalmente restrittive, allo scopo di abbassare i rapporti deficit/PIL e debito pubblico /PIL.  [...]

Le politiche di austerità nel periodo post-crisi - Tesi di Laurea

Aspetti valutativi nella disciplina del Patent Box: criticità e prospettive - Tesi di Laurea

La capacita di un'azienda di creare valore economico dipende sempre piu dal possesso di un particolare brevetto, di una formula scientifica o del know how relativo ad un processo di produzione che consenta, per esempio, di saltare una fase della catena produttiva, ottimizzando tempi e risorse ed accrescendo la produttivita della lavorazione.  [...] La crisi economica, la debolezza del mercato del lavoro e l'incremento del debito pubblico hanno indotto le istituzioni e le organizzazioni internazionali a ricercare nuove fonti di crescita rispetto ai tradizionali strumenti fino a oggi utilizzati. Tali nuove fonti coincidono con conoscenza e tecnologia, ovvero le basi per le risorse immateriali.  [...] Tra 1L'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) è un'organizzazione internazionale di studi economici per i paesi membri, paesi sviluppati aventi in comune un sistema di governo di tipo democratico ed un'economia di mercato.L'organizzazione svolge prevalentemente un ruolo di assemblea consultiva che consente un'occasione di confronto delle esperienze politiche, per la risoluzione dei problemi comuni, l'identificazione di pratiche commerciali ed il coordinamento delle politiche locali ed internazionali dei paesi membr 2 OCSE, New Sources of Growth.  [...]

Aspetti valutativi nella disciplina del Patent Box: criticità e prospettive - Tesi di Laurea


La peopolisation de la politique: quando il gossip diventa propaganda. - Tesi di Laurea

Argomenti come una crisi di governo, le primarie di un partito, i vertici internazionali o la crisi economica risultano ostici soprattutto al pubblico poco colto. È certamente più semplice sfogliare una rivista con foto e articoli brevi, riguardanti, per esempio, le nozze di un cadetto reale.  [...] Per tutti questi motivi, è diventato necessario per i politici trovare altre vetrine e, parallelamente, i media hanno dovuto sperimentare nuovi linguaggi. Un canale di comunicazione con i cittadini è infatti di vitale importanza per la classe politica. Allo stesso modo per i mass media è fondamentale avere un pubblico che vada in edicola ad acquistare un giornale o stia al televisore a guardare una trasmissione.  [...] Osserveremo in particolare il caso francese, con riferimenti occasionali al mondo anglosassone, ritenuto la vera culla del fenomeno. L'esposizione mediatica della vita privata delle celebrità, per iniziativa sia dei media sia degli interessati a fini pubblicitari, è definita oltralpe come peopolisation.  [...]

La peopolisation de la politique: quando il gossip diventa propaganda. - Tesi di Laurea

Politica estera e strategie commerciali della RPC in Africa - Tesi di Laurea

Politica estera e strategie commerciali della RPC in Africa è una tesi compilativa, il cui scopo è quello di analizzare l'approccio e la politica usati da compagnie statali e private cinesi nelle relazioni economiche e commerciali con il continente africano, per mettere in evidenza i vantaggi e gli svantaggi che emergono dal rapporto tra Cina e Africa e le coseguenze, che ne derivano, in entrambi i Paesi.  [...] Questa spinta è stata data da Deng Xiaoping e dalle le sue riforme del 1978, le quali hanno aperto la Cina ad una visione globale dell'economia e hanno determinato una crescita economica che, fino ad oggi, non si è mai fermata. La Cina di oggi ha deciso di cercarsi una posizione stabile tra i paesi più potenti a livello internazionale.  [...] La sua costante espansione, sia interna che esterna, è visibile ogni giorno. dispone di treni ad alta velocità, ha costruito in tempo record i grattacieli del Pudong 2 di Shanghai, che simboleggiano proprio la crescita cinese, è il maggiore creditore degli Stati Uniti, investe in paesi europei afflitti dalla crisi economica, compra parte del debito pubblico italiano e addirittura compra parte dell'Inter, la squadra di calcio milanese.  [...]

Politica estera e strategie commerciali della RPC in Africa - Tesi di Laurea

Il Cineturismo in Europa attraverso lo sguardo di Woody Allen - Tesi di Laurea

INTRODUZIONE Il presente lavoro punta a dimostrare quali siano i benefici del cinema nei confronti del turismo e della collaborazione tra gli enti di promozione turistica nazionale ed internazionale e le produzioni cinematografiche locali e straniere, agevolate da particolari misure di sgravo fiscale.   [...] Il cineturismo si basa sulla concezione per la quale lo spettatore cinematografico è un consumatore di immagini, al pari del turista sightseer e del compratore in generale. Il cineturismo è un fenomeno che esiste sin dalla origini dell'istituzione cinematografica, ma che da qualche decennio viene riconosciuto come strumento efficace di promozione turistica e per questo studiato e analizzato.   [...] Lo scorso settembre 2011, in occasione dell'European Tourism Day, il vice-presidente della Commissione Europea, l'Onorevole Antonio Tajani, ha dichiarato in un video messaggio al pubblico presente alla conferenza, che in questo quadro di crisi economica europea iniziata nel 2008 c'è sempre più bisogno d'investire in cultura e il turismo è un'industria forte per l'Europa, che arriva a costituire il 12% della forza lavoro totale nell'UE.  [...]

Il Cineturismo in Europa attraverso lo sguardo di Woody Allen - Tesi di Laurea

La motivazione come leva strategica dopo una riorganizzazione aziendale - Tesi di Laurea

In questa tesi si descrivono gli effetti dell'attuale crisi economica sulle organizzazioni, si citano dati statistici di dominio pubblico sull'economia italiana e mondiale e da questa prima visione si procede con l'illustrare come le organizzazioni possono reagire per non soccombere.  [...] 6 Introduzione In questa tesi si descrivono gli effetti dell'attuale crisi economica sulle organizzazioni, si citano dati statistici di dominio pubblico sull'economia italiana a mondiale e da questa prima visione si procede con l'illustrare come le organizzazioni possono reagire per non soccombere.  [...] Nel terzo capitolo invece ci si scontra con la motivazione che molto spesso viene a mancare dopo una crisi, un downsizing ed un reengineering. Sempre più spesso i collaboratori di un'organizzazione si ritrovano smarriti al termine di questi processi burrascosi e la motivazione può realmente diventare una leva competitiva per ripartire in un mercato difficile come quello attuale ed il coinvolgimento dei lavoratori assieme alla condivisione delle informazioni possono fare la differenza.  [...]

La motivazione come leva strategica dopo una riorganizzazione aziendale - Tesi di Laurea

La valutazione dei beni ambientali nella Contabilità Economica Nazionale - Tesi di Laurea

Con l'acuirsi della crisi ambientale, perciò, accanto al riconoscimento del ruolo dell'ambiente come fattore essenziale dello sviluppo è aumentata anche la consapevolezza sociale degli effetti negativi della crescita economica. Concetti fondamentali quali capacità di portata di un sistema e crescita sostenibile, ormai di pubblico domino, si sono definitivamente imposti all'attenzione dei politici e degli amministratori di tutto il mondo in seguito alla pubblicazione del Rapporto Brundtland e al Vertice della Terra di Rio de Janeiro.  [...] La possibilità di conciliare crescita economica e ambiente è stata sancita e codificata nel termine sviluppo sostenibile ed è diventata il principale obiettivo di politica economica di ogni governo. Un processo di sviluppo ecologicamente sostenibile presuppone una corretta ed appropriata gestione delle risorse naturali.  [...] L'analisi sistematica ed approfondita dell'insieme delle risorse naturali e la valutazione economica sia del loro ruolo nel processo produttivo che delle alterazioni qualitative e quantitative conseguenti agli interventi economici costituiscono il presupposto indispensabile di una strategia di sviluppo sostenibile.  [...]

La valutazione dei beni ambientali nella Contabilità Economica Nazionale - Tesi di Laurea

Rassegna teorico-empirica sui ritardi di pagamento nella PA italiana - Tesi di Laurea

In un Paese che sconta un debito pubblico del 130% del Pil, quindi un alto costo del denaro rispetto alla concorrenza, la crisi economica ha fatto emergere una criticità fondamentale e per troppo tempo ignorata. i ritardati pagamenti delle pubbliche amministrazioni italiane.  [...] V PREFAZIONE multiutility operante nel settore del facility management rivolto sia a operatori privati sia pubblici, sono venuto in contatto con una realtà nuova ma con origini molto profonde nel tessuto economico del nostro Paese. La crisi economica e la scarsità di risorse hanno portato a galla inefficienze e disfunzioni che hanno prosperato negli anni del benessere, mentre oggi arrivano o venuto a contatto con una particolare criticità del rapporto tra committente pubblico e fornitore privato.  [...] Queste competenze, unitamente ad un personale interesse per gli enti locali come punto di partenza per una ripresa sociale ed economica nel nostro Paese, mi hanno portato ad interessarmi al problema dei ritardati pagamenti della Pubblica Amministrazione locale come criticità centrale del nostro sistema economico.  [...]

Rassegna teorico-empirica sui ritardi di pagamento nella PA italiana - Tesi di Laurea

Economie senza denaro. Una tipologia semiotica di Banche del Tempo - Tesi di Laurea

Non c'era dunque bisogno del richiamo pressante della contemporaneità, e delle contingenze di una crisi, per riscoprire una vocazione economica della semiotica, o una sua attitudine a parlare di valore economico, di scambio o di dono. Se, tuttavia, una spinta arriva dalla contemporaneità rispetto alla trattazione in chiave semiotica di problemi economici, può esser colta in certi propositi palingenetici originati nel discorso pubblico dalla forza d'urto con cui la crisi si è manifestata.  [...] Le Banche del Tempo (circuiti locali di scambio e sistemi non monetari fondati sul principio della reciprocità indiretta come meccanismo di circolazione degli oggetti di valore) emergono dunque come fenomeno economico di interesse semiotico, oltreché per la loro appetibilità in tempi di crisi, e dunque per l'aggancio con l'attualità, anche perché enunciano praticamente una contestazione profonda delle regole del denaro.  [...] Il settimo, e ultimo capitolo, potrà così raccogliere il portato delle quattro analisi, e ordinarlo in una tipologia semiotica, organizzata come un mapping, all'interno del quale le Banche studiate si dispongono sulla base della loro etichetta (sociale, politica, economica, filosofica), e del punto di attacco della loro attività (la variabile semiotica del soggetto, quella delle relazioni intersoggettive, quella dell'oggetto di valore, e quella della valenza o delle teorie del valore).  [...]

Economie senza denaro. Una tipologia semiotica di Banche del Tempo - Tesi di Laurea

La redazione è a tua disposizione dalle ore 9:00 alle ore 18:30 (dal lunedì al venerdì) - tel. 039 6188014 Skype Me ™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy