Cerca : 

Funzione, Scuola



Analizzeremo poi le varie dottrine e scuole che si sono susseguite nel tempo, partendo dalla concezione elaborata dalla Scuola Classica, passando poi per la Scuola Positiva confrontando i loro diversi approcci in tema di funzione della pena.  [...] Attraverso questa soluzione si cerca di evitare, o al massimo limitare, al reo la permanenza all'interno del carcere, perché l'esperienza ci insegna che il soggiorno prolungato all'interno di un penitenziario abbia più effetti negativi che positivi e pertanto si cerca di evitare l'entrata in carcere per quei soggetti che debbano scontare solo una pena di breve durata o coloro che abbiano commesso reati di lieve entità per fare in modo che nel corso della loro permanenza non vengano a contatto con criminali che si siano macchiati di delitti più efferati da cui possano venir contagiati.   [...] Nel quarto, ed ultimo, capitolo sarà presentato un caso pratico che è accaduto nel maggio scorso e di cui la cronaca nera degli ultimi tempi si è occupata a lungo, la cui analisi può essere significativa per capire se e come il nostro sistema penitenziario sia in grado di mettere in pratica le finalità rieducative che vengono declamate nel testo legislativo e ci dimostra come la realtà sia molto diversa dall'intenzione del legislatore. Angelo Izzo.   [...]

Art. 27, 3° co. della Costituzione e la funzione della pena nel nostro ordinamento positivo - Il caso Angelo Izzo - Tesi...

Il koan e il problema del linguaggio nella tradizione zen - Tesi di Laurea

I kMan sono delle massime, dei dialoghi o degli aneddoti, di forma molto breve e di natura paradossale, che hanno come loro figure principali i patriarchi della scuola Chan/Zen. La loro funzione, inoltre, è duplice, in quanto, da una parte, esprimendo la mente risvegliata dei patriarchi, essi costituiscono dei criteri in base ai quali viene giudicata l'autenticità del risveglio, dall'altra, essi rappresentano degli abili mezzi (upya) grazie ai quali quei criteri possono essere realizzati.  [...] Si pensa che, nella loro fase iniziale, i kMan fossero degli eventi nati spontaneamente nel contesto della pratica quotidiana, in cui una trasmissione da Mente a Mente aveva luogo tra maestro e discepolo. Con il Buddhismo Zen, infatti, il Buddha scende sulla terra e diventa umano, mentre, al tempo stesso, la terra viene santificata dalla sua presenza e il linguaggio si fa strumento di illuminazione.   [...] 9 INTRODUZIONE I kMan sono delle massime, dei dialoghi o degli aneddoti, di forma molto breve e di natura paradossale, che hanno come loro figure principali i patriarchi della scuola Chan/Zen. La loro funzione, inoltre, è duplice, in quanto, da una parte, esprimendo la mente risvegliata dei patriarchi, essi costituiscono dei criteri in base ai quali viene giudicata l'autenticità del risveglio, dall'altra, essi rappresentano degli abili mezzi (upya) grazie ai quali quei criteri possono essere realizzati.  [...]

Il koan e il problema del linguaggio nella tradizione zen - Tesi di Laurea

Dentro il carcere e oltre. La devianza minorile tra sanzione e recupero. - Tesi di Laurea

Dentro il carcere e oltre, è una ricerca sulle carceri e sui servizi che ruotano intorno ad essi, assorbendone le conseguenze. Tra sanzione e recupero, è il binomio con cui ogni operatore lotta quotidianamente, è una bilancia che raramente trova un equilibrio.   [...] Nel primo capitolo sono descritte brevemente le prime istituzioni per minorenni, nelle quali trovavano applicazione rigide regole carcerarie introdotte dalla Scuola Classica, secondo cui la pena ha essenzialmente una funzione retributiva. dalla seconda metà dell'Ottocento le modalità con cui si fronteggiarono la devianza e la criminalità minorile divennero oggetto di un processo di revisione ad opera della Scuola Positiva per la quale era necessario ricercare le ragioni individuali e sociali della delinquenza del minore.  [...] Attraverso la nascita del nuovo processo penale, con la stimolo di Documenti internazionali rilevanti in tal senso, fu attribuita particolare importanza all'osservazione scientifica della personalità. la delinquenza giovanile fu concepita come il risultato di mancanze individuali, che richiedono una terapia.   [...]

Dentro il carcere e oltre. La devianza minorile tra sanzione e recupero. - Tesi di Laurea


Vedere con le mani - Tesi di Laurea

Non è da trascurare al proposito l'estensione del fenomeno dell'ipovisione e il fatto che questa stessa rappresenta un handicap che riguarda, se pur con diversa intensità, la realtà dell'intera popolazione anziana.   [...] Il capitolo III entra direttamente nell'ambito dell'arte figurativa, partendo da una premessa riguardante il problema della percezione delle opere d'arte, con particolare attenzione nel secondo paragrafo AI sensi che hanno maggior interesse, nei processi di conoscenza e apprendimento del non vedente totale e dell'ipovedente, in altre parole del tatto, dell'udito e dell'odorato.   [...] ..) in Italia è considerato cieco il cittadino affetto da cecità assoluta, o da minorazione della vista, fino a 1/10 di residuo di funzione visiva 2. 1 G. Accorsini, Il bambino cieco nella scuola dell'infanzia e dell'obbligo, Milano. Armando, 1986. 2 R.B. Finocchiaro, N.  [...]

Vedere con le mani - Tesi di Laurea

Il quiz televisivo: tra tradizione e innovazione - Tesi di Laurea

Il primo capitolo offre una breve ricostruzione della storia del quiz che nasce in America, verso la seconda metà degli anni Quaranta, e successivamente invade altri Paesi, tra cui l'Italia, dove però ha subito profondi adattamenti, a causa anche di alcuni cambiamenti che si sono verificati nel linguaggio stesso della televisione.   [...] 1.3 L'Italia ha bisogno di cultura A differenza della televisione americana, che nel 1950 superava già i 30 milioni di utenti, la televisione italiana nasce nel 1953 in un periodo storico delicato. con una guerra conclusa alle spalle, il paese si trova ancora nella fase di ricostruzione e della ripresa dei danni subiti.   [...] A differenza dei quiz che antepongono alla divulgazione culturale lo spettacolo, le prime trasmissioni televisive svolgono una funzione del tutto pedagogica ed istruttiva. La televisione si prefigge un compito arduo in cui la scuola e la radio hanno riscontrato delle difficoltà ad accreditarsi come isistuzioni di socializzazione e acculturazione.  [...]

Il quiz televisivo: tra tradizione e innovazione - Tesi di Laurea

Ritrovare la città. Le strade e le piazze del Piccolo Quadrilatero a Bologna. - Tesi di Laurea

Dio sa quanto siano opportune tali iniziative, quanto per chi avendo avuto la ventura di essere in strade, piazze, luoghi un tempo amabilissimi, si conservino ricordi e rimpianti non perché indulga a sentimentalismi e a nostalgie passatiste, ma perché convinto della funzione altamente formativa e culturale del modo di essere per se stessi e soprattutto fra loro rapportati, le case, i palazzi, i giardini, i colori degli intonachi, delle pietre e dei mattoni, gli squarci di cieli fra i cornicioni di gronda, le penombre di certe vie, i ritmi dei fornici e i variegati corridoi porticati e le voci, le presenze, i capannelli di persone sulla strada, presso bar e botteghe e lo sguardo curioso di bambini che vanno a scuola e passano avanti a calzolai, sarti, stagnini.  [...] Dio sa quanto siano opportune tali iniziative, quanto per chi avendo avuto la ventura di esse- re in strade, piazze, luoghi un tempo amabilissimi, si conservino ricordi e rimpianti non per- ch indulga a sentimentalismi e a nostalgie passatiste, ma perch convinto della funzione altamente formativa e culturale del modo di  [...] pietre e dei mattoni, gli squarci di cieli fra i cornicioni di gronda, le penombre di certe vie, i ritmi dei fornici e i variegati corridoi porticati e le voci, le presenze, i capannelli di persone sulla strada, presso bar e bot- teghe e lo sguardo curioso di bambini che vanno a scuola e passano avanti a calzolai, sarti, stagnini.  [...]

Ritrovare la città. Le strade e le piazze del Piccolo Quadrilatero a Bologna. - Tesi di Laurea

Le nuove frontiere del turismo industriale: la ''motor valley'' zona di eccellenza italiana - Tesi di Laurea

6 CAPITOLO 1. IL TURISMO INDUSTRIALE 1.1 Il turismo nella società contemporanea Oggi nei paesi economicamente sviluppati una percentuale sempre minore delle ore totali di veglia è dedicata al lavoro e il tempo libero rappresenta una porzione in continuo incremento del tempo degli individui.   [...] Tutto ciò, insieme alla crescente attenzione alla qualità della vita, ha determinato l'enorme importanza attribuita nella società contemporanea alle attività per il tempo libero. Tale fenomeno è diventato talmente rilevante da richiedere un adeguamento degli interi ritmi della società (famiglia, scuola, città) in funzione anche del tempo libero, oltre che degli impegni lavorativi.  [...] Inoltre le occupazioni di tipo domestico e familiare si riducono, grazie alla diffusine di nuove tecnologie, che consentono di utilizzare strumenti che limitano notevolmente i tempi delle attività domestiche. Si assiste pertanto ad un aumento del tempo dedicato al benessere, al divertimento, al relax, all'autorealizzazione, ad attività ricreative, alla crescita delle potenzialità del corpo e dello spirito, che porta all'affermazione dei valori del post-materialismo, ossia ad una minore attenzione alla prosperità materiale a favore dello sviluppo dell'individuo e del suo ambiente.   [...]

Le nuove frontiere del turismo industriale: la ''motor valley'' zona di eccellenza italiana - Tesi di Laurea

Autismo in classe - Percorsi di integrazione degli alunni con disturbo pervasivo dello sviluppo - Tesi di Laurea

Sanità, scuola e servizi sociali, predisposti e dotati di risorse per svolgere questa funzione, non possono permettersi di ignorare e di tralasciare queste conoscenze.  [...] Una buona parte delle persone con autismo non ha una memoria straordinaria, anzi, spesso sono affette da ritardo mentale. ciò che permette, ad alcune di loro, di avere delle speciali e non comuni abilità è un'attenzione selettiva. Quest' attenzione permette loro di ricordare delle cose che le persone normalmente non ricordano, ma queste conoscenze, come ad esempio tutti i codici di avviamento postale o tutti i titoli del quotidiano, non danno la capacità di saper utilizzare le informazioni acquisite.   [...] Quando il Dirigente Scolastico mi ha assegnato alla classe di Simone, ho iniziato a studiare la diagnosi funzionale e ho contattato il Neuropsichiatra infantile, che si occupava della riabilitazione, per stabilire il Piano Educativo Individualizzato. Ho cercato di documentarmi e ho assistito alle sedute della terapia comportamentale per un mese, poi ho esposto al Neuropsichiatra il risultato del mio lavoro.  [...]

Autismo in classe - Percorsi di integrazione degli alunni con disturbo pervasivo dello sviluppo - Tesi di Laurea

Don Lorenzo Milani: una pedagogia del dissenso - Tesi di Laurea

I INTRODUZIONE Bisogna avere il coraggio di dire ai giovani che essi sono tutti sovrani, per cui l`obbedienza non e` ormai più una virtù, ma la più subdola delle tentazioni, che non credano di potersene fare scudo, ne davanti agli uomini, ne davanti a Dio, che bisogna che si sentano ognuno l`unico responsabile di tutto.   [...] 1 In questa affermazione c'e' tutta la forza di un pensiero pedagogico sociale che ha fatto scuola in tutti i sensi. E' la forza di un sacerdote, maestro e soprattutto un uomo, Don Lorenzo Milani che ha dedicato la maggior parte della sua vita alla lotta all'analfabetismo, ritenendola l'unica vera arma contro l'emarginazione sociale e la cultura classista.  [...] La povertà si misura in grado di cultura e funzione sociale, diceva il priore di Barbiana, che su queste convinzioni basò le sue esperienze di contro-scuola. Ci troviamo di fronte ad uno dei principi pedagogici più importanti e scomodi allo stesso tempo.  [...]

Don Lorenzo Milani: una pedagogia del dissenso - Tesi di Laurea

Nuove frontiere nella chirurgia sostitutiva della valvola aortica - Tesi di Laurea

In considerazione del fatto che circa il 2-3% della popolazione anziana ha una valvulopatia aortica di grado severo e che solo negli Stati Uniti si eseguono circa 50.000 interventi di AVR al anno, è chiaro che una discreta porzione dei pazienti (circa 30%) non riceve il trattamento adeguato.   [...] L interesse di Leonardo come matematico non finiva soltanto con la simmetria geometrica della valvola aortica. Dato possibile che considerassi la valvola aortica come emodinamica. Descrisse un metodo di osservazione anatomica, simile alla moderna ingegneria inversa, dove ogni elemento veniva smantellato e analizzato ( li uscjoli Leggermente diversa dalla metodologia di Leonardo, la moderna ingegneria inversa prende da parte un oggetto, analizza il suo funzionamento e cerca di duplicarlo o migliorarlo (una pratic hardware dei computer).  [...] Quando ogni componente era stata analizzata, Leonardo intuiva la sua funzione e con una fervida immaginazione cercava di ricostruire il tutto. Inoltre, analizzando il flusso attraverso il v in grado di capire come il compito della valvola aortica venisse svolto, in 9 nella collezione di Sua azione delle diverse Keele e Pedretti1 si testimonia come questo ruttura tricuspide della valvola aortica, (Non lasciare Weyl2 document che nella scuola di Pitagora il il suo interesse per la fluido un importante componente - i lembi, l infima bassezza - lo scheletro fibroso).  [...]

Nuove frontiere nella chirurgia sostitutiva della valvola aortica - Tesi di Laurea

La redazione è a tua disposizione dalle ore 9:00 alle ore 18:30 (dal lunedì al venerdì) - tel. 039 6188014 Skype Me ™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy