Cerca : 

Movimento, Funzione, Comportamento, Modelli



L'adolescenza. Così affascinante eppure sempre troppo dibattuta, questa fase dello sviluppo in cui ogni movimento evolutivo ha la delicata funzione di contribuire alla futurizzazione del Sé, passando per la costante revisione dei modelli interiorizzati nell'infanzia di cui ogni comportamento porta i segni.  [...] 9 I NTRODUZIONE Parlare di adolescenti è diventato un compito arduo, essendo materia così inflazionata che si rischia di non essere particolarmente originali e di arenarsi nel già sentito o, peggio ancora, nei luoghi comuni. Non è difficile, infatti, imbattersi in studi più o meno autorevoli, progetti e iniziative che si focalizzano sui teenager e su quel periodo critico che è la giovinezza, spiata con interesse -quando non è morbosa curiosità-, ma mai compiutamente compresa.   [...] D'altro canto, si rivelano sempre più deboli i discorsi che descrivono l'età dell'oro -evocativa espressione usata da Fabbrini e Melucci (2000) per indicare l'adolescenza- meramente come una tappa obbligata verso l'acquisizione definitiva dei tratti adulti, a conferma dell'idea per cui la costellazione fenomenica che l'accompagna è molto più che una serie di successivi accomodamenti rispetto alle attese sociali o ai dettami della cultura d'appartenenza.   [...]

Adolescenze sospese - Dall'essere in potenza della neotenia all'essere impotente dell'Hikikomori - Tesi di Laurea

Tra adulti: educazione informale e conversazione - Tesi di Laurea

Si tratta di modelli e strategie in cui il processo di apprendimento mediato dagli strumenti culturali storicamente rilevanti nel contesto si realizza come relazione, comunicazione, condivisione di esperienze, in contesti più o meno arricchiti ai fini dell'apprendimento stesso.  [...] Il filo conduttore dell'intero lavoro è la ferma convinzione dell'esistenza di una funzione e di effetti educativi latenti in ogni relazione sociale, anche in assenza di scopi formativi espliciti. Questo concetto, alla base della rivalutazione dell'educazione informale, si fonda sull'idea che la conoscenza sia una pratica sociale situata, congiunta e distribuita e che l'apprendimento sia un processo di partecipazione sociale.  [...] 7 Introduzione La società attuale è un mondo in continuo movimento e in forte espansione, caratterizzato da un elevato livello di complessità e da una intrinseca enorme contraddizione. da una parte è un luogo dove si celebra il trionfo dell'individualismo e del relativismo del pensiero, dall'altra manifesta tutta una serie di processi di omologazione e di rincorsa a modelli di comportamento condivisi e a volte vincolanti.  [...]

Tra adulti: educazione informale e conversazione - Tesi di Laurea

Studio dell'espressione dell'AQP4 nel Muscolo Scheletrico di Pazienti Affetti da Miopatie di Membrana, Metaboliche e Neu...

Studio condotto con il laboratorio di parologia muscolare ospedale G.Gaslini di genova, sull'espressione dell'acquaporina4 nel muscolo di pazienti affetti da differenti forme di distrofie muscolari, patologie a carattere neurogeno o metabolico. la tesi passa in rassegna ruolo e funzione dell'AQP4, i caratteri morfo-patologici e molecolari delle differenti forme patologiche sotto esame ed illustra i dati ottenuti per immunofluorescenza, western blotting e co-immunoprecipitazione sui campioni bioptici.  [...] Il parametro che descrive tale comportamento è il P d (coefficiente di permeabilità diffusionale), funzione del solo movimento attraverso la membrana, in associazione al P f (coefficiente di permeabilità osmotica) che rappresenta il flusso netto di acqua in risposta a forze osmotiche o idrostatiche (Finkelstein, 1987).  [...] Degno di considerazione è il rapporto tra P f e P d che fornisce informazioni circa la tipologia di movimento seguita dall'acqua che si muove attraverso una membrana. infatti valori pari a 1 indicano un movimento diffusionale mentre valori superiori implicano meccanismi aggiuntivi accreditati successivamente alla presenza di canali specifici per l'acqua (semiselettivi) ovvero le acquaporine.  [...]

Studio dell'espressione dell'AQP4 nel Muscolo Scheletrico di Pazienti Affetti da Miopatie di Membrana, Metaboliche e Neu...


Progettazione di pompe dosatrici ad ingranaggi per filatura di fibre artificiali - Tesi di Laurea

La tesi esamina la modellazione matematica del comportamento di pompe dosatrici ad ingranaggi, che lavorano a valle di un estrusore in impianti tessili, in funzione dei seguenti parametri.  [...] 5Progettazione di pompe dosatrici ad ingranaggi per filatura di fibre artificiali 1. INTRODUZIONE La tesi esamina la modellazione matematica del comportamento di pompe dosatrici ad ingranaggi, che lavorano a valle di un estrusore in impianti tessili, in funzione dei seguenti parametri.  [...] x Temperatura di lavoro, 270°-300° (T max = 500°). x Viscosità del polimero. x Contropressione (circa 30 MPa). x Giochi meccanici. x Numero di giri (da 10 giri/min a 35). L'obbiettivo è valutare la potenza necessaria e la coppia, tenendo conto di un accurato dimensionamento di tutti i componenti della pompa.   [...]

Progettazione di pompe dosatrici ad ingranaggi per filatura di fibre artificiali - Tesi di Laurea

Bellezza femminile in pubblicità, tra idealizzazione e sfruttamento - Tesi di Laurea

Introduzione 5 Introduzione Questo studio si incentra sulle rappresentazioni stereotipate della bellezza femminile utilizzate in pubblicità e su come possano influire negativamente sulla costruzione dell'identità. Inizialmente verranno presentati contributi di studiosi sul rapporto tra corpo, e quindi bellezza, e società e su come gli individui vivono le condizioni di salute e malattia, mirando al raggiungimento di una forma fisica perfetta, come quella proposta dai mass media.   [...] Partendo quindi alla teoria dell'apprendimento sociale di Albert Bandura, secondo cui l'apprendimento non implica esclusivamente il contatto diretto con gli oggetti, ma avviene anche attraverso esperienze indirette, sviluppate attraverso l'osservazione di altre persone, si analizzeranno i disagi che derivano dagli stereotipi della pubblicità.   [...] Bandura ha utilizzato il termine modellamento (modeling) per indicare l'apprendimento che si attiva quando il comportamento degli individui si modifica in funzione del comportamento dell'individuo osservato che ha funzione di modello. In questo caso si vuole dimostrare che i media in generale, e la pubblicità in particolare, tendono a diffondere l'ambizione di un corpo ideale e il tentativo di raggiungere uno standard troppo alto provoca disagi psicologici che portano a problemi fisici e sociali.  [...]

Bellezza femminile in pubblicità, tra idealizzazione e sfruttamento - Tesi di Laurea

La teoria economica del comportamento del consumatore: nuovi sviluppi - Tesi di Laurea

Nell'ambito della teoria economica, lo studio e l'analisi del comportamento del consumatore svolgono quasi sempre una funzione particolarmente significativa. Spesso, infatti, essi costituiscono gli elementi teorici iniziali da cui partire per la costruzione di numerosi modelli microeconomici.  [...] L'idea fondamentale che ha ispirato questo lavoro è stata quella di mettere in evidenza l'inadeguatezza del modello tradizionale a descrivere il comportamento e le scelte di consumo dell'individuo, inadeguatezza riferita non soltanto alle sempre più numerose evidenze empiriche che scaturiscono da prove sperimentali di laboratorio, ma anche rispetto alla realtà economica circostante osservabile da chiunque abbia la capacità e la passione di saperla cogliere.  [...] Purtroppo un atteggiamento di chiusura di una parte del mondo economico verso impulsi provenienti da altre discipline ha spesso impedito di individuare certi particolari del comportamento umano, favorendo la realizzazione di modelli che messi alla prova in una situazione reale si sono rivelati frequentemente contraddittori o che peggio hanno dato luogo a risultati controintuitivi.  [...]

La teoria economica del comportamento del consumatore: nuovi sviluppi - Tesi di Laurea

La dissociazione: un meccansimo di difesa lungo un continuum - Tesi di Laurea

La dissociazione è un meccanismo di difesa tramite il quale si affrontano conflitti emotivi o i fattori stressanti interni ed esterni, sovvertendo le funzioni normalmente integrate della coscienza, della memoria, della percezione di sé o dell'ambiente o del comportamento senso- motorio.  [...] Il mio lavoro analizza uno dei modelli esplicativi più accreditati e utilizzati quando si parla di dissociazione. quello dimensionale, che dispone i fenomeni dissociativi lungo un continuum d'intensità. Ad un estremo ci sono i fenomeni dissociativi cosiddetti normali (come i sogni ad occhi aperti, gli stati di assorbimento di fronte ad un film o ad un libro particolarmente appassionante), poi ci sono i fenomeni dissociativi sperimentati di fronte ad una situazione traumatica (come un incidente stradale o un incendio- durante il quale la dissociazione ha una funzione protettiva perché consente di canalizzare l'attenzione e automatizzare il comportamento, lasciando da parte l'emotività e il dolore).  [...] Partendo dal presupposto che i comportamenti in questa situazione sperimentale, riflettono una conoscenza procedurale (cioè il modello operativo interno che regola l'attaccamento e la separazione da Fda è frutto di esperienze che non saranno mai ricordate singolarmente ma sottoforma di rappresentazioni) e dal presupposto che, le madri di questi b.  [...]

La dissociazione: un meccansimo di difesa lungo un continuum - Tesi di Laurea

Il corpo e le immagini nell'offerta terapeutica. Arte Terapia e DanzaMovimentoTerapia - Tesi di Laurea

6 Introduzione l'insieme delle sensazioni che ci sono fornite dalle sensibilità intime corrisponde al senso della vita (Brissaud) Nella comprensione della vita interiore del bambino nella periodo preverbale gioca un ruolo notevole l'empatia cinestesica dell'osservatore, ossia l'attenzione libera e fluttuante che permette di cogliere anche comportamenti imprevedibili, sorprendenti e insoliti.  [...] Oltre a queste modalità di osservazione di derivazione psicoanalitica, l'osservazione deve soprattutto utilizzare i comportamenti motori, cinestesici e gestuali del corpo del bambino che permettono di inferire, soprattutto nei primi anni di vita, gli eventi intrapsichici, perché i canali motori e cinestesici sono le principali vie espresse e difensive di scarica, assai prima che la comunicazione verbale prenda il loro posto.  [...] In questo periodo il linguaggio non ha ancora assunto la principale funzione espressiva e delega il compito della comunicazione alle sfere mimiche, motorie e gestuali. La ricchezza espressiva del comportamento affettivo-motorio, come il movimento di approccio in avanti e indietro, i comportamenti di richiamo e di allontanamento fra il bambino e la madre, la loro frequenza, intensità e durata, rappresenta un importante schema che fornisce chiavi di lettura per fenomeni psichici, emotivi e comportamentali incontrati negli anni successivi.  [...]

Il corpo e le immagini nell'offerta terapeutica. Arte Terapia e DanzaMovimentoTerapia - Tesi di Laurea

Il processo della leadership: un contributo empirico allo studio dei follower e dei loro leader - Tesi di Laurea

Bowlby ha sviluppato il concetto di comportamento di attaccamento verso una figura che fornisce sicurezza e protezione. Lo psicologo aveva intuito che l'attaccamento riveste un ruolo centrale nelle relazioni tra gli esseri umani, dalla nascita alla morte.  [...] Lo sviluppo della personalità risente, così, della possibilità o meno di aver sperimentato una solida base sicura, oltre che della capacità soggettiva di riconoscere se una persona è fidata, può o vuole offrire una base sicura, internalizzando il rapporto con la propria figura di attaccamento in rappresentazioni mentali denominate Modelli Operativi Interni (MOI).  [...] Essi hanno la funzione di veicolare la percezione e l'interpretazione degli eventi da parte dell'individuo, consentendogli di fare previsioni e di crearsi aspettative sugli accadimenti della propria vita relazionale. Assumendo, quindi, che gli individui valutano i comportamenti delle persone con cui entrano in contatto sulla base dei propri modelli operativi interni, si presume che questi influenzino anche la relazione tra follower e leader, spiegando, così, le diverse percezioni individuali che ogni follower ha in merito alla leadership e, anche, le diverse aspettative di ogni collaboratore riguardo al ruolo ed al conseguente comportamento a cui il leader dovrebbe attenersi.  [...]

Il processo della leadership: un contributo empirico allo studio dei follower e dei loro leader - Tesi di Laurea

La microsimulazione di una porzione di rete stradale complessa. Un'applicazione alla Piazza Matteotti a Cagliari. - Tesi...

in questo modo è possibile considerare il movimento ed il comportamento dei singoli veicoli, e infine conoscere come il loro comportamento influisca sulla circolazione. La microsimulazione è infatti in grado di fornire analisi precise, dinamiche e puntuali della mobilità, a patto che il modello sia ben studiato e calibrato in modo il più possibile aderente con la realtà.  [...] L'obiettivo della presente tesi è la progettazione funzionale di un'intersezione complessa tramite un approccio microsimulativo, che permetta dunque di conoscere in modo esaustivo e dinamico l'influenza che ha sulla circolazione ogni singolo elemento che si muove sulla porzione di rete in esame, sia nello stato attuale che nella situazione di progetto.  [...] Attraverso il software Paramics è stato possibile analizzare dettagliatamente, dal punto di vista microsimulativo, l'intersezione complessa in esame, ossia la Piazza Matteotti a Cagliari, un nodo di notevole importanza strategica nella dinamica dei trasporti cittadina.   [...]

La microsimulazione di una porzione di rete stradale complessa. Un'applicazione alla Piazza Matteotti a Cagliari. - Tesi...

La redazione è a tua disposizione dalle ore 9:00 alle ore 18:30 (dal lunedì al venerdì) - tel. 039 6188014 Skype Me ™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy