Cerca : 

Pubblico, Crisi



Tra la seconda parte del 1946 e l'inizio del 1947 si aggravò ulteriormente la situazione economica del paese, che era insieme crisi alimentaria e crisi monetaria con una forte ripresa dell'inflazione. Alla drammatica situazione economica si aggiungeva l'instabilità sociale dell'ordine pubblico, la rinascita di movimenti neofascisti e la sempre maggiore contrapposizione tra le sinistre e la DC, che stava portando il governo alla paralisi.  [...] I Introduzione Per l'Italia, gli anni dell'immediato dopoguerra, costituiscono un periodo di transizione dal regime fascista alla costruzione di un regime democratico e pluripartitico. Sono gli anni in cui si decide la forma istituzionale, si consolidano i partiti, si approva la nuova Costituzione repubblicana.  [...] Tra la seconda parte del 1946 e l'inizio del 1947 si aggravò ulteriormente la situazione economica del paese, che era insieme crisi alimentaria e crisi monetaria con una forte ripresa dell'inflazione. Alla drammatica situazione economica si aggiungeva l'instabilità sociale dell'ordine pubblico, la rinascita di movimenti neofascisti e la sempre maggiore contrapposizione tra le sinistre e la DC, che stava portando il governo alla 1 La reazione italiana al Piano Marshall fu immediatamente positiva.  [...]

L'Italia verso l'Europa negli anni della ricostruzione (1947-1953) - Tesi di Laurea

Il debito pubblico: crisi finanziaria degli stati sovrani - Tesi di Laurea

L'obiettivo di questo lavoro è l'analisi del debito pubblico di uno stato sovrano e le varie politiche attuabili per ridurre il rapporto tra debito e Prodotto Interno Lordo (PIL). Sono stati descritti i concetti generali di debito pubblico e si è analizzata l'origine del debito pubblico, dovuto a vari motivi tra cui il principale è il finanziamento della spesa pubblica che avviene tramite l'emissione di titoli di stato sul mercato finanziario, i quali sono acquistati dagli operatori finanziari per trarne profitto dagli interessi che vengono corrisposti.  [...] Successivamente, si è riportato come, per mezzo delle entrate dovute alla crescita economica in termini di PIL, lo stato riesca a pagare questi interessi sul debito pubblico. Ancora, sono stati esaminati i possibili casi in cui il bilancio di uno stato può trovarsi prendendo in esame le quattro tipologie di situazioni per il sostenimento o meno del disavanzo primario.  [...] Indichiamo il rapporto debito pubblico / PIL con pY B b =, dove B è il valore nominale del debito pubblico cumulato negli anni, Y è il PIL reale, p il deflatore del PIL e quindi pY il PIL nominale, la variazione percentuale del rapporto debito-PIL è approssimata dalla seguente formula.  [...]

Il debito pubblico: crisi finanziaria degli stati sovrani - Tesi di Laurea

Crisis Management nella Pubblica Amministrazione. Casi e microcasi di crisi nella città di Bologna - Tesi di Laurea

A partire da quest'assunto, si è scelto d'indagare l'applicazione delle tecniche di Crisis Management nella Pubblica Amministrazione, e in particolare la gestione dei processi di comunicazione in stato di emergenza, risorse fondamentali lungo tutto il processo, decisive per la risoluzione e il superamento della crisi.  [...] Proprio a causa delle caratteristiche del nostro sistema pubblico, invece, è determinante andare ad analizzare la comunicazione di crisi, o la mancanza della stessa. A partire da una considerazione, forse troppo ovvia e banale, ma comunque parte di un sentire comune, quella di un sistema pubblico perennemente in crisi, nel quale forse, l'applicazione di strategie di crisis management permetterebbe di risolvere alcuni aspetti critici o di migliorare ed evitare le crisi quotidiane.  [...] Ci sono crisi eclatanti, casi di gravità estrema e visibilità massima, ma la maggior parte di esse sono crisi ordinarie. La loro sommatoria, aldilà dei picchi dei casi singoli, è forse la causa del sentimento diffuso di inefficienza che contraddistingue il settore pubblico.  [...]

Crisis Management nella Pubblica Amministrazione. Casi e microcasi di crisi nella città di Bologna - Tesi di Laurea


Innovazione finanziaria e crescita economica: un approccio teorico - Tesi di Laurea

In seguito alla severa crisi finanziaria innescatasi nel 2007-2008 e alla recessione più profonda dai tempi della Grande Depressione che ne è seguita, sono emersi forti dubbi sia nel dibattito pubblico che in contesti specializzati sull'utilità sociale ed i benefici economici delle più recenti innovazioni finanziarie.  [...] Il primo capitolo della tesi si compone di due parti. Nella prima vengono evidenziate le principali funzioni che un sistema finanziario svolge all'interno del sistema economico. Il denominatore comune risiede nella presenza di costi di transazione ed informazione che a vario titolo permeano le relazioni economiche tra i diversi agenti.   [...] Abstract In seguito alla severa crisi nanziaria innescatasi nel 2007-2008 e alla recessione pi u profonda dai tempi della Grande Depressione che ne e seguita, sono emersi forti dubbi { sia nel dibattito pubblico che in contesti specializzati { sull'utilit a sociale ed i beneci economici delle pi u recenti innovazioni nanziarie.  [...]

Innovazione finanziaria e crescita economica: un approccio teorico - Tesi di Laurea

Il debito pubblico in Italia: dall'unificazione alla crisi dei debiti sovrani - Tesi di Laurea

Nel secondo capitolo, invece, mi sono soffermato sulla storia del debito pubblico in Italia dai primi anni dopo l'unificazione agli anni immediatamente precedenti lo scoppio della crisi finanziaria. è emerso così che il nostro paese ha sempre avuto un elevato debito pubblico e ha dovuto affrontare diverse volte situazioni di crisi.  [...] Ma da qualche anno, il mio interesse per la macroeconomia mi ha portato a voler approfondire quelli che sono i meccanismi che regolano la dinamica del debito pubblico. questo mi ha permesso di rendermi conto che si tratta di un concetto più articolato e profondo di quanto mi aspettassi, in quanto studiandolo si può capire molto della storia di un paese e della sua realtà economica, si possono criticare le scelte, a volte scellerate, della politica ma anche apprezzare la risolutezza con cui grandi personalità hanno affrontato e combattuto il problema.  [...] Infine, l'ultimo capitolo, è dedicato alla crisi finanziaria ed economica che ha investito l'economia internazionale negli ultimi anni, portando in Europa un forte instabilità in seguito all'emergere delle gravi condizioni di alcuni paesi, ai quali l'Italia si sta avvicinando pericolosamente, proprio a causa della dinamica sempre crescente del rapporto tra debito pubblico e prodotto nazionale.  [...]

Il debito pubblico in Italia: dall'unificazione alla crisi dei debiti sovrani - Tesi di Laurea

La valutazione delle politiche sanitarie in Italia. Ricognizione delle pratiche in uso nel Servizio Sanitario Nazionale ...

Per adempiere a questa delicata funzione, il sistema salute si trova ad affrontare molteplici problemi legati a doppio filo alle peculiarità proprie dei servizi sanitari e della loro erogazione, le stesse che rendono indispensabile l'intervento pubblico in questo ambito e in quelli delle altre politiche sociali.  [...] La sanità rappresenta uno dei settori di policy economicamente più impegnativi per lo Stato italiano, che vi investe annualmente più di cento miliardi di euro di denaro pubblico, pari a circa il 7% del PIL. Una cifra che non risulta eccessiva se confrontata con i livelli di spesa per la sanità di altri paesi ma che, visto l'attuale quadro di crisi economica globale e il persistere del grave debito pubblico italiano, non è certamente destinata a crescere significativamente nei prossimi anni.  [...] Una cifra che non risulta eccessiva se confrontata con i livelli di spesa per la sanità di altri paesi ma che, visto lattuale quadro di crisi economica globale e il persistere del grave debito pubblico italiano, non è certamente destinata a crescere significativamente nei prossimi anni.  [...]

La valutazione delle politiche sanitarie in Italia. Ricognizione delle pratiche in uso nel Servizio Sanitario Nazionale ...

La comunicazione istituzionale: Identità e rappresentazione del territorio. La promozione turistica del Comune di Napoli...

La Comunicazione istituzionale rappresenta in questo senso un modo ed uno strumento per permettere a tutti gli attori, pubblici e privati, coinvolti a qualunque titolo nella filiera del fenomeno turistico di incontrarsi e confrontarsi, apportando ognuno il proprio contributo alla definizione ed alla promozione dell'identità del territorio.  [...] 4 Dì tutte queste cose agli altri, ma in modo da udirle anche tu, nel dirle. (Seneca, Lettere a Lucilio) Introduzione Nel corso dell'ultimo decennio, diversi fattori ed esigenze hanno spinto la Pubblica Amministrazione a ridefinire la propria attività. La globalizzazione del sistema economico, sociale e della comunicazione fa da sfondo ad una serie di fenomeni che hanno investito la P.  [...] A. a diversi livelli. la crisi del sistema di welfare, che ha imposto un ripensamento delle forme e dei modi dell'intervento pubblico, nel senso di maggiore efficacia ed efficienza, l'accresciuta attenzione dei cittadini all'attività dell'amministrazione stessa ed alla qualità dei servizi ricevuti, la necessità di un nuovo patto tra pubblico e privato per rispondere a tali esigenze.  [...]

La comunicazione istituzionale: Identità e rappresentazione del territorio. La promozione turistica del Comune di Napoli...

Ascolto e comunicazione nella Pubblica Amministrazione. L'esperienza dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune d...

Il rapporto, perennemente in crisi, tra cittadino ed Ente Pubblico, trova nel corpus di leggi emanate negli ultimi dieci anni una piena rivalutazione e definizione dei diritti soggettivi. queste leggi, infatti, hanno imposto alla burocrazia un nuovo modus operandi nel suo rapporto con il cittadino, basato non solo sulla necessità ma anche sull'obbligo di comunicare.  [...] Il più importante e tangibile di questi mezzi è l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP), previsto dal decreto legislativo n°29/1993 e ridefinito in leggi e normative successive, proprio per sottolinearne l'essenzialità. Ogni Ente Locale si è dovuto dotare di questo strumento specificatamente relazionale, al servizio del cittadino, che si pone come snodo essenziale del confronto e del dialogo tra chi pensa, organizza e gestisce i servizi, e chi invece li utilizza.  [...] Il rapporto, perennemente in crisi, tra cittadino ed Ente Pubblico, trova nel corpus di leggi emanate negli ultimi dieci anni una piena rivalutazione e definizione dei 1 Definizione tratta dal vocabolario della lingua italiana Il nuovo Zingarelli, edizione del 1984 7.  [...]

Ascolto e comunicazione nella Pubblica Amministrazione. L'esperienza dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune d...

I processi di manutenzione del parco veicoli nelle aziende di trasporto pubblico locale. Il caso Compagnia Pisana Traspo...

IIntroduzione Il settore del Trasporto Pubblico Locale (TPL) è da alcuni anni al centro di un profondo processo di cambiamento. Tale settore, in Italia, è stato per anni caratterizzato da una profonda crisi, dovuta in massima parte ad un perdurante dissesto finanziario e ad una crisi della domanda di trasporto.  [...] ) sia per come è percepito dall'utilizzatore. Per sanare la situazione, in passato si è fatto massiccio utilizzo dei fondi pubblici, sotto forma di interventi straordinari da parte dello Stato. Da questa condizione di gravi crisi finanziaria, accompagnata da un progressivo calo delle quote di mercato del trasporto pubblico, è nata la riforma del settore.  [...] La difficile uscita dalle sovvenzioni pubbliche ai servizi di trasporto pubblico imposta dal principio di concorrenza.  [...]

I processi di manutenzione del parco veicoli nelle aziende di trasporto pubblico locale. Il caso Compagnia Pisana Traspo...

La Scrittura Collettiva nei Laboratori di Scrittura e Teatro - Tesi di Laurea

Un progetto che è stato condiviso, comunicato con mezzi espressivi diversi, e nello specifico, un video, due drammatizzazioni, un cantastorie. Ma, cosa significa precisamente scrittura collettiva Perché viene confusa, talvolta, con la tradizionale scrittura drammaturgica oppure con la innovativa scrittura scenica.   [...] In Italia l'animazione teatrale ha vissuto in quegli anni una stagione davvero felice e promettente. Essa nacque dalla crisi del teatro pubblico che cerca di uscire dai suoi limiti specialistici e, attraverso il decentramento, di coinvolgere le masse nel fatto teatrale e dalla crisi della scuola che tenta di rifiutare la tradizione scolastica che vuole l'alunno passivo ricettore di formule nozionistiche, per aprire la strada alla ricerca dell'autoformazione attiva guidata.  [...] Il testo drammaturgico e gli elementi caratteristici del genere teatrale come la musica, la dizione, la scenografia ecc., vengono messi in secondo piano per focalizzare lo studio dell'evento teatrale avente come centro l'uomo ed il corpo. Così, a seguito della virata stanislavskijana, si sono prodotti modelli non univoci di spettacolo teatrale, a tal punto che la distinzione fra teatro di regia e teatro di 1 FALLETTI C.   [...]

La Scrittura Collettiva nei Laboratori di Scrittura e Teatro - Tesi di Laurea

La redazione è a tua disposizione dalle ore 9:00 alle ore 18:30 (dal lunedì al venerdì) - tel. 039 6188014 Skype Me ™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy