Cerca : 

Rapporto, Figlio



La maternità all'interno di istituzioni totali con un approfondito excursus legislativo e l'analisi del sano sviluppo psico-fisico dei bambini che, fino al compimento del terzo anno di età, vivono con la mamma in carcere. La tesi parte definizione che importanti autori del panorama sociologico hanno dato di istituzioni totali con un particolare approfondimento sull'istituzione carceraria.   [...] 3 Introduzione Già per Aristotele l'individuo si configurava come un animale sociale. Il concetto stesso di società si riferisce all'insieme di persone che compongono l'umanità (cfr. Macioti, 1998.73). Alla base di ogni società c'è il rapporto fra gli individui.  [...] Analizzare tale rapporto implica la considerazione di più variabili. ambientali, psicologiche, sociali, ecc. Il rapporto madre- figlio, in tal senso, è stato studiato da discipline diverse, prima fra tutte la psicologia, per.  [...]

Donne e carcere: La maternità all'interno di istituzioni totali - Tesi di Laurea

I rilievi del padre nello sviluppo psicologico del bambino - Tesi di Laurea

Il libro di Zoja rilegge alcune figure mitiche dell' antichità classica Ettore, Ulis- se, Enea come riassunti dell' affermazione del padre che in quell' epoca rasenta l' onnipotenza. Secondo la tradizione patriarcale il rapporto padre figlio è condizionato dall' ambiente, da altri legami.  [...] La società è sin dall' inizio parte integrante della cop- pia padre figlio. Il padre rappresenta amore, giustizia e in particolar modo la forza, caratteristi- che fondamentali dei rapporti nella società. Passando dall' Ebraismo al Cristianesimo, alla parola del padre subentra quella del figlio.  [...] Studiano il rapporto padre figlio separata- mente dalla triade padre - madre - figlio ma nonostante ciò la società rimane patriarcale, in essa vige il paradosso del padre sia a livello individuale che col- lettivo.  [...]

I rilievi del padre nello sviluppo psicologico del bambino - Tesi di Laurea

Autismo e vissuti familiari - Tesi di Laurea

III INTRODUZIONE L'autismo è una patologia molto studiata e che suscita molto interesse, ma nonostante ciò rimangono ancora indefinite le cause. Gli studi sull'autismo hanno avuto un'evoluzione negli anni. le prime teorie, per fortuna ormai abbondantemente superate, consideravano l'autismo come un disturbo ad origine psichica, una chiusura al mondo che annullava in modo assoluto le capacità di relazioni sociali e di comprensione delle persone colpite.   [...] Nel corso degli ultimi decenni le conoscenze sull'autismo sono decisamente cambiate. l'origine psichica è stata messa da parte e sono state formulate ipotesi di studio che pongono l'accento sulle cause organiche del disturbo. Il superamento di credenze riguardo all'incapacità da parte dei soggetti autistici di provare emozioni e sensazioni, ha contribuito al miglioramento del rapporto tra genitori e figli autistici.  [...] L'autismo, forse più di altri disturbi o in maniera diversa, sembra avere un forte impatto emotivo sulla famiglia e soprattutto sulla madre che nella maggior parte dei casi è colei che dedica gran parte del suo tempo alla cura del figlio autistico. Tra madre e figlio, come verrà messo in evidenza anche dalla ricerca svolta in questo lavoro di tesi, si instaura un rapporto di forte vicinanza emotiva che porta con sé, sentimenti di diversa natura.  [...]

Autismo e vissuti familiari - Tesi di Laurea


Il preadolescente e l'adolescente con paralisi cerebrale infantile: l'accompagnamento verso l'autonomia possibile - Tesi...

In questa parte vengono affrontate. le problematiche motorie (contratture, retrazioni, deformità) dei diversi quadri di PCI, che si presentano solitamente in adolescenza. il rapporto del ragazzo con la malattia ed i vissuti ad essa associati. le problematiche familiari, descrivendo il ruoli che genitori e fratelli assumono per affrontare la patologia del figlio/fratello e le modalità delle relazioni intrafamiliari.  [...] le problematiche riguardo la sviluppo dell'identità. l'importanza dei rapporti con i coetanei, l'amicizia, e le problematiche che si presentano in un contesto di disabilità. infine le difficoltà che si incontrano nel mondo della scuola e del lavoro (l'inserimento sociale).  [...] il rapporto del ragazzo con la malattia ed i vissuti ad essa associati. le problematiche familiari, descrivendo il ruoli che genitori e fratelli assumono per affrontare la patologia del figlio/fratello e le modalità delle relazioni intrafamiliari. le problematiche riguardo la sviluppo dell'identità.  [...]

Il preadolescente e l'adolescente con paralisi cerebrale infantile: l'accompagnamento verso l'autonomia possibile - Tesi...

Relazioni sociali e immagine di sè: aspetti psicologici nella ginnastica artistica agonistica - Tesi di Laurea

Prendendo in analisi il fenomeno dello sport sono state valutate due realtà distinte e contrapposte. da una parte lo sport per tutti che apporta numerosi benefici a livello psico-fisico, dall'altra quello dei campioni, di coloro, cioè che non lo praticano per semplice hobby.  [...] Dal questionario di auto percezione somministrato agli allenatori è emerso come questi considerino necessario avere con i ragazzi un rapporto di reciproca stima e rispetto che dia spazio al dialogo e all'iniziativa. Attraverso il questionario somministrato ai genitori, invece, si è rilevata una tendenza a sottovalutare o sopravvalutare il proprio figlio con spiacevoli e deleteree conseguenze per il figlio stesso in entrambi i casi.  [...] Infine prendendo in considerazione la percezione della figura dello psicologo da parte degli atleti, sono state effettuate delle valutazioni più generali sul ruolo che questo potrebbe assolvere all'interno di una organizzazione sportiva.   [...]

Relazioni sociali e immagine di sè: aspetti psicologici nella ginnastica artistica agonistica - Tesi di Laurea

La figura paterna - Tesi di Laurea

La tesi intende sostenere, attraverso studi scientifici di natura psicologica, l'importanza della figura paterna e come la specificità dello stile paterno influenzi positivamente lo sviluppo psicologico del bambino. Fino agli anni '60 le ricerche in questo ambito si sono concentrate sul rapporto madre-figlio considerato il più importante per lo meno nei primi anni di vita.  [...] 2 INTRODUZIONE L'argomento che ho deciso di approfondire nella mia tesi di laurea riguarda la figura paterna ed il rapporto padre-figlio. Nel corso dei miei studi ho avuto modo di confrontarmi con le diverse teorie relative allo sviluppo socio-affettivo del bambino.  [...] Questo resta comunque un ambito ancora poco esplorato, soprattutto se si pensa alle innumerevoli trattazioni sul rapporto madre-figlio. E' stata anche questa scarsa documentazione a suscitare il mio interesse verso l'argomento, un interesse basato soprattutto sulla convinzione che entrambi i genitori abbiano un ruolo fondamentale nello sviluppo del bambino.  [...]

La figura paterna - Tesi di Laurea

Autismo: teorie, prassi ed interventi educativi. Esperienza al centro A.I.A.S. di Acireale (CT) - Tesi di Laurea

La visione di questo film ha suscitato in me l'interesse per l'autiamo,uno degli handicap che,durante il corso dei miei studi,ho avuto modo più volte di approfondire.   [...] Il terzo capitolo prende in esame il ruolo die genitori del bambino autistico,i loro atteggiamenti,i comportamenti e i problemi che spesso rendono difficile il rapporto tra genitori e figlio.  [...] Charlie, perciò, comincia ad indagare sulla vita del padre e scopre che l'uomo con cui divide l'eredità è suo fratello. Gli viene, quindi, l'idea di cercarlo e lo trova in un istituto specializzato, in quanto è un soggetto affetto da autismo. Charlie inizia a relazionarsi con il fratello, Raimond, fino al punto da decidere di portarlo via con sé.   [...]

Autismo: teorie, prassi ed interventi educativi. Esperienza al centro A.I.A.S. di Acireale (CT) - Tesi di Laurea

Omo - Vs Etero - Cogenitorialità: attaccamento, personalità e stigma sessuale in coppie italiane - Tesi di Laurea

Il presente studio tratta l'argomento della cogenitorialità - inteso come il rapporto esistente tra due adulti che condividono una comune genitorialità - a livello precoce, ossia prima dell'arrivo di un figlio, attraverso l'analisi di diverse variabili tra le quali.  [...] Per la ricerca è stato utilizzato un ampio assessment comprendente uno strumento osservativo per le interazioni precoci e altri strumenti self-report carta e matita.   [...] . basta l'amore.. (altrettanto discutibile). Il neuropsichiatra infantile affermava che non era accettabile che un bambino fosse allevato in una famiglia con due uomini o due donne, perché di sicuro sarebbe cresciuto con gravi problematiche psicologiche. In quel momento Cecchi Paone intervenne dicendo che le parole del medico non erano frutto di scienza, ma di un puro parere personale, che il medico per la comunità scientifica era un signor nessuno, che il medico non ha pubblicato neanche una riga sulle riviste internazionali.   [...]

Omo - Vs Etero - Cogenitorialità: attaccamento, personalità e stigma sessuale in coppie italiane - Tesi di Laurea

''I, John Fante and Arturo Bandini, two in one, friend of man and beast alike'': autobiografia, riscrittura e formazione...

Fante ha dato vita a moltissimi padri letterari a partire dal proprio padre, Nick Fante, con cui ha sempre avuto un rapporto difficile e intenso allo stesso tempo. In particolare nella tesi si prendono in esame quattro romanzi in cui la figura paterna spicca maggiormente e nei quali si delinea l'evoluzione del rapporto padre-figlio.  [...] Wait until Spring, Bandini, 1933 Was a Bad Year, Full of Life e The Brotherhood of the Grape. Dallo sguardo adolescenziale e conflittuale dei primi due romanzi citati, si passa ad un rapporto più empatico e ad una maggiore capacità di comprensione negli altri due.  [...] 65 4- SOGNO AMERICANO E RAPPORTO CON LE ORIGINI. Dreamers, we were a house full of dreamers 107. (BY 36) Così il diciassettenne Arturo descrive la sua famiglia in Wait until Spring, Bandini, come un gruppo di sognatori. Ed effettivamente Fante faceva parte di una stirpe che si era sempre lasciata spingere dai sogni, a cominciare dal nonno Giovanni, larrotino che alletà di quarantanni aveva deciso di lasciare lAbruzzo per andare negli Stati Uniti dove il figlio Nick, in seguito, lavrebbe raggiunto.  [...]

''I, John Fante and Arturo Bandini, two in one, friend of man and beast alike'': autobiografia, riscrittura e formazione...

La tutela della lavoratrice madre nell'ordinamento italiano - Tesi di Laurea

La maternità, a cui originariamente si rivolge la tutela costituzionale, è intesa sotto il profilo che interessa lo stretto rapporto biologico tra madre e figlio e volta a tutelare la salute e l'integrità fisica della madre e del bambino, nato o nascituro, nell'ambito del rapporto di lavoro.  [...] In particolare, l'articolo 6 della Legge n. 903 del 1977, attribuendo alle lavoratrici che abbiano adottato bambini o che li abbiano ottenuti in affidamento preadottivo la facoltà di avvalersi dell'istituto del congedo di maternità e del relativo trattamento economico, chiarisce come la protezione della maternità prescinda dall'evento fisiologico del parto, per rivolgersi alla tutela dei rapporti affettivi indispensabili per lo sviluppo del bambino, tanto nella famiglia naturale quanto in quella adottiva.  [...] In particolare, l'innovativo strumento del congedo parentale consente ad entrambi i genitori, e fino al compimento dell'ottavo anno di età del minore, di godere di periodi di astensione facoltativa, continuativi o frazionati. La grande novità è che la sospensione del rapporto di lavoro è diventato un diritto sessualmente neutro, non necessariamente collegato all'essere madre, bensì nell'avere figli, naturali o adottivi, dei genitori lavoratori.  [...]

La tutela della lavoratrice madre nell'ordinamento italiano - Tesi di Laurea

La redazione è a tua disposizione dalle ore 9:00 alle ore 18:30 (dal lunedì al venerdì) - tel. 039 6188014 Skype Me ™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy