Cerca : 

Rischio, Finanziario



L'analisi effettuata nel presente lavoro, sarà incentrata su un particolare tipo di rischio che caratterizza l'attività delle imprese assicurative, che è conosciuto come rischio finanziario. Si rende però opportuno ai fini della seguente trattazione effettuare una precisazione, in particolare il rischio finanziario si origina da altre due tipologie di rischio, vale a dire, il rischio di Tasso d'Interesse ed un rischio di carattere demografico che è noto come Longevity Risk.  [...] Introduzione Introduzione L'analisi effettuata nel presente lavoro, sarà incentrata su un particolare tipo di rischio che caratterizza l'attività delle imprese assicurative, noto come rischio finanziario.Si rende però opportuno ai fini della seguente trattazione effettuare una precisazione di carattere terminologico, nella fattispecie il rischio finanziario sarà distinto dal rischio d'esborso, o meglio dal rischio di pagamento di una somma non preventivata.  [...] e sarà bensì inteso come rischio derivante dagli investimenti compiuti dalle imprese di assicurazione.Per essere più precisi il primo profilo di rischio finanziario è legato al Longevity Risk, il secondo, invece, al rischio di tasso di Interesse. Il lavoro si svolge in cinque capitoli che trattano progressivamente le nozioni necessarie per affrontare l'argomento.  [...]

Il rischio finanziario nelle riserve matematiche - Tesi di Laurea

Metodi per la valutazione della stabilità del fronte in un problema di scavo di una galleria superficiale con TBM a scud...

_ CAPITOLO 1. INTRODUZIONE Pg.. 7 dei tempi e dei costi di trasporto che esso permette. Tuttavia, qualora i rischi connessi alla costruzione non siano gestiti adeguatamente, esiste il serio pericolo che la realizzazione di opere di questo genere possa avere un impatto potenzialmente enorme sull'ambiente circostante.  [...] Le criticità che i progettisti, i costruttori e tutti gli organi che gestiscono la realizzazione devono affrontare sono di diversa natura. (a) rischio geologico, (b) rischio progettuale, (c) rischio costruttivo, (d) rischio operativo, ed infine (e) rischio finanziario.  [...] I rischi costruttivi possono infatti essere suddivisi in 5 categorie. (1) formazione di crateri fino in superficie, (2) collassi sotterranei, (3) espulsioni di roccia, (4) venute d'acqua. (5) collassi dei portali. La prima categoria è senza dubbio la più spettacolare, in cui il terreno scivola in una depressione che coinvolge il piano campagna.  [...]

Metodi per la valutazione della stabilità del fronte in un problema di scavo di una galleria superficiale con TBM a scud...

Il Valore a Rischio: metodi basati sull'uso di serie storiche eteroschedastiche. Un'applicazione al mercato italiano - T...

Nella pratica recente, si è fatta strada una metodologia impiegata per la quantificazione del rischio finanziario denominata VAR (Valore a Rischio).  [...] III Tra gli obiettivi piø importanti delle grandi societ d investimento c A quello di controllare nel miglior modo possibile i cosiddetti Rischi Finanziari. Solitamente essi vengono suddivisi in tre categorie. rischio di business, rischio strategico e rischio finanziario in senso stretto.  [...] Tale modo di agire A simile, ad esempio, a ci che una banca fa nell intento di diminuire il proprio rischio di credito, prendendo informazioni accurate su coloro ai quali concede prestiti. Tuttavia, sempre piø spesso si cerca di dare una valutazione oggettiva del rischio finanziario tramite l utilizzo di modelli quantitativi legati alla teoria classica della gestione di portafogli.  [...]

Il Valore a Rischio: metodi basati sull'uso di serie storiche eteroschedastiche. Un'applicazione al mercato italiano - T...


Il codice etico del rischio finanziario - Tesi di Laurea

Nella seconda parte della tesi sarà dettagliatamente analizzato il concetto di rischio finanziario, innanzitutto nel suo carattere antropologico facendo riferimento alla finanza comportamentale, ossia allo studio delle scelte economiche degli agenti in ambito di incertezza, partendo dalle teorie classiche dell'economia per finire all'irrazionalismo moderno.  [...] In seguito si entrerà nel dettaglio delle tecniche della moderna finanza, perseguendo la finalità di analizzare criticamente le scelte decisionali di imprese e investitori per quanto concerne la struttura finanziaria dei propri investimenti, la quale risulta spesso eccessivamente sbilanciata verso il capitale di debito, da cui scaturisce un profilo rischio-rendimento troppo elevato che ha un impatto sulla collettività molto negativo.  [...] L'ultimo capitolo della seconda parte è relativo all'esternalizzazione del rischio finanziario, con particolare attenzione agli strumenti derivati e al loro abuso da parte degli operatori economici, fattore che ha inciso notevolmente sulla moderna crisi finanziaria.  [...]

Il codice etico del rischio finanziario - Tesi di Laurea

Il LBO: analisi dei fattori critici di successo - Tesi di Laurea

Se, infatti, da un lato, l'elevato indebitamento che caratterizza tali operazioni consente un elevato sfruttamento dell'effetto di leva finanziaria dall'altro lato, tuttavia, tali operazioni aumentano il rischio finanziario dell'impresa stessa, sottoponendo il management a pressioni difficilmente sostenibili in conseguenza di mutate condizioni microeconomiche e macroeconomiche che si potrebbero verificare nel corso degli anni necessari (come da relativo business plan comprensivo di piano industriale e piano finanziario) a completare l'operazione con il rimborso integrale del debito e il pagamento degli oneri finanziari a servizio del debito.  [...] 5 INTRODUZIONE La tecnica del LBO rappresenta uno strumento molto efficace per la realizzazione di efficienti operazioni di acquisizione. Tale tecnica limita l'impegno finanziario dei soggetti interessati a rilevare un'impresa e avvalendosi della teoria finanziaria dello sfruttamento dell'effetto leva, attraverso il ricorso ad un alto livello d'indebitamento, permette di amplificare il rendimento degli investitori di capitale di rischio dell'impresa.  [...] Se infatti, da un lato, l'elevato indebitamento che caratterizza tali operazioni consente un elevato sfruttamento dell'effetto di leva finanziaria dall'altro lato, tuttavia, tali operazioni aumentano il rischio finanziario dell'impresa stessa, sottoponendo il management a pressioni difficilmente sostenibili in conseguenza di mutate condizioni microeconomiche e macroeconomiche che si potrebbero verificare nel corso degli anni necessari (come da relativo business plan comprensivo di piano industriale e piano finanziario) a completare l'operazione con.  [...]

Il LBO: analisi dei fattori critici di successo - Tesi di Laurea

I derivati come strumenti di copertura del rischio - Tesi di Laurea

La mia Tesi del master dal titolo. I Derivati come Strumenti di Copertura del Rischio è consistita nell'analisi degli strumenti finanziari derivati necessari a neutralizzare i rischi insiti nell'attività economica intrapresa da un'azienda tutelandola da probabili perdite.  [...] La seconda parte è interamente dedicata alla descrizione dalla copertura dei rischi. Dopo aver dato una definizione del concetto di rischio finanziario, si descrivono le varie tipologie di rischio a cui sono soggette le aziende distinguendo tra. rischio di prezzo, di tasso, di cambio, di credito, di commodity e di liquidità.  [...] Successivamente analizzando una delle finalità dei prodotti finanziari derivati, quale la copertura meglio nota come hedging, si mette in evidenza come tali strumenti abbiano un elevato potere di neutralizzazione nonché di copertura dei rischi a cui un'azienda è sottoposta nell'ambito della sua attività economica di produttività, sviluppo e crescita.  [...]

I derivati come strumenti di copertura del rischio - Tesi di Laurea

Evidenza empirica sul Value at Risk - Tesi di Laurea

L'analisi delle varie tipologie di rischio, alle quali gli intermediari finanziari e, più in generale, tutti coloro che operano nei mercati finanziari sono sottoposti, mi ha poi permesso di introdurre l'oggetto di analisi principale di questo lavoro, ossia lo strumento sintetico, statistico-matematico, di quantificazione del rischio noto come Value at Risk.  [...] Grazie alla sua validità, il VaR è divenuto il punto di riferimento per la gestione del rischio finanziario, tanto che il Comitato di Basilea  [...] di modelli interni di stima del VaR per definire i requisiti minimi di capitale, in cui si potesse tener conto anche delle correlazioni tra le diverse fonti di rischio.  [...] Lo strumento è stato ideato verso la fine degli anni Ottanta, ma ha iniziato ad affermarsi solo dopo che la società finanziaria J.P. Morgan ha introdotto uno metodologia di calcolo del rischio che basa le proprie peculiarità su quelle del Value at Risk. Grazie alla sua validità, il VaR è divenuto il punto di riferimento per la gestione del rischio finanziario, tanto che il Comitato di Basilea ha autorizzato le banche a dotarsi di modelli interni di stima del VaR per definire i requisiti minimi di capitale, in cui si potesse tener conto anche delle correlazioni tra le diverse fonti di rischio.  [...]

Evidenza empirica sul Value at Risk - Tesi di Laurea

La misurazione del rischio finanziario degli enti locali - Tesi di Laurea

Fino agli anni novanta dello scorso secolo la gestione finanziaria degli enti locali poteva definirsi di tipo passivo, in quanto la certezza e la stabilità delle entrate pubbliche locali, costituite prevalentemente da trasferimenti erariali, lasciavano poco spazio all' analisi del fabbisogno finanziario e delle fonti di copertura.  [...] Scopo del presente lavoro è individuare e analizzare le principali tipologie di rischio delle quali occorre tener conto nella definizione di un modello di valutazione del rischio finanziario degli enti locali.  [...] - 3 - 2. La dimensione finanziaria del management pubblico locale Fino agli anni novanta dello scorso secolo la gestione finanziaria degli enti locali poteva definirsi di tipo passivo, in quanto la certezza e la stabilità delle entrate pubbliche locali, costituite prevalentemente da trasferimenti erariali, lasciavano poco spazio all analisi del fabbisogno finanziario e delle fonti di copertura.  [...]

La misurazione del rischio finanziario degli enti locali - Tesi di Laurea

L'assicurazione del credito all'esportazione: profili di comparazione tra Italia e Argentina. - Tesi di Laurea

Si calcola che i crediti delle imprese produttive, derivanti dalle vendite a credito, rappresentino il 30% dei loro attivi totali e quindi il mancato pagamento, o anche il solo ritardato incasso, rappresentano un'importante fonte di rischio finanziario per l'impresa.  [...] In generale sono garanzie (personali o reali) quei mezzi che assicurano l'effettività di un credito, attraverso il rafforzamento della posizione giuridica del creditore nei confronti del debitore 1. L'assicurazione del credito costituisce uno strumento alternativo al classico sistema delle garanzie stricto sensu dato che fa riferimento allo schema del contratto di assicurazione, dove avviene il trasferimento di un rischio economicamente aleatorio da un soggetto ad un altro in cambio del pagamento di un premio del primo soggetto.  [...] L'assicurazione del credito in generale tutela quella parte del patrimonio per così dire astratta 2 costituita dai crediti commerciali degli imprenditori o dai crediti finanziari delle banche verso imprenditori. Si calcola che i crediti delle imprese produttive, derivanti dalle vendite a credito, rappresentino il 30% dei loro attivi totali e quindi il mancato pagamento, o anche il solo ritardato incasso, rappresentano un'importante fonte di rischio finanziario per l'impresa.  [...]

L'assicurazione del credito all'esportazione: profili di comparazione tra Italia e Argentina. - Tesi di Laurea

Opzioni. Caso americano e relativo option/pricing. - Tesi di Laurea

L'aspetto più importante sviluppato della tesi consiste nell'esaminare il pricing delle opzioni secondo un approccio analitico, anziché probabilistico più tipico in un'ottica di Teoria del Rischio Finanziario, sebbene per le opzioni americane quest'ultimo sia considerato come punto di partenza da cui sviluppare la trattazione analitica.  [...] L'analisi si focalizza sul loro pricing, la cui complessità deriva dalla facoltà di poter essere esercitate in anticipo rispetto alla scadenza. Tale caratteristica le differenzia da quelle europee, dandone a priori un valore superiore o al più eguale. In particolare, ai fini della stima, vedremo che questo diritto aggiuntivo si risolve nell'impossibilità di definire una strategia ammissibile nel senso classico - che replichi l'opzione americana, a causa del fatto che il prezzo attualizzato della stessa è un generico processo adattato e non una martingala, come nel caso di un'opzione europea.   [...] Dapprima si precisano due imprescindibili classificazioni. da un lato, la distinzione tra opzioni europee ed americane e, dall'altro, quella tra opzioni di acquisto, ovvero le Call e quelle di vendita, ovvero le Put. Poi, a partire da una breve premessa storico-evolutiva dello sviluppo di tali titoli derivati e dei relativi mercati, si iniziano ad analizzare più da vicino quelle europee, anche tramite esempi numerici che siano chiarificatori delle loro modalità di funzionamento.   [...]

Opzioni. Caso americano e relativo option/pricing. - Tesi di Laurea

La redazione è a tua disposizione dalle ore 9:00 alle ore 18:30 (dal lunedì al venerdì) - tel. 039 6188014 Skype Me ™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy